Giornata-no per San Luigi e Ponziana

di Francesco Cardella wTRIESTE San Luigi e Ponziana a picco, Muggia a bersaglio e Trieste Calcio con il freno tirato. Non è stata una domenica brillante per le triestine impegnate nel campionato regionale Allievi, giunto alla sesta giornata del girone di andata di qualificazione. Le note dolenti, almeno nel girone D, riguardano il San Luigi e il Ponziana, fermate con punizioni piuttosto severe, vedi il San Luigi, frantumato in casa della Fincantieri con il punteggio di 6 – 1. Non è andata meglio ai veltri, piegati dalla Pro Gorizia per 4 – 0, in virtù della doppietta di Selva e delle stoccate di Casanova e Tiziani: «Qualcosa avevamo costruito, soprattutto nel primo tempo, tre occasioni almeno – ha commentato nel post partita il tecnico del Ponziana, De Leo – ma nella ripresa poi siamo stati battuti altre volte, gol credo evitabilissimi ma su cui è meglio non cercare alibi». A salvare l'onore è sempre il Muggia, ancora in sella al girone, che ieri è andata ad espugnare il terreno dell'Audax per 0 – 1, grazie a un colpo di testa di Zanon a poco meno di dieci minuti dalla fine: «Non è stato facile, per niente, anche per le condizioni del campo, reso allentato dal fango che si è sciolto poco prima dell'inizio – ha spiegato Toffoli, la guida dei muggesani – Non si è visto molto gioco e anche oper questo, tutto sommato, direi che ci è andata proprio molto bene, considerando le difficoltà incontrate». Nel girone E il Trieste Calcio non brilla ma riesce ugualmente a conquistare un punto, bottino sofferto ma quanto mai utile, figlio del finale di 1 – 1 casalingo con la formazione del Gradisca, andato per primo in vantaggio nelle battute iniziali. Toccava poi al lupetto Grego, sempre nel primo tempo, a trovare il pareggio, risultato accettato senza troppe remore dal tecnico del Trieste Calcio, Cotterle: «Non hanno rubato niente, anzi, Gradisca mi è sembrata ben messa in campo – ha affermato nel dopo gara – hanno interpretato meglio la partita, anche sotto il profilo agonistico. Teniamoci stretto questo punto e facciamo tesoro della esperienza casalinga». Pareggio per 2 – 2 tra il San Giovanni e il Ronchi, mentre il Fiume Bannia è andato a saccheggiare il terreno della Sangiorgina per 1 – 6. ©RIPRODUZIONE RISERVATA