Anche "spesometro" nello Zingarelli

ROMA «Tu vuò fà l'americano» lo si dice dai tempi del famoso film «Un americano a Roma» con Alberto Sordi del 1954 e della canzone di Renato Carosone di due anni dopo, eppure scopriamo che Americaneggiante e Americaneggiare entrano solo ora (chissà, forse per qualche effetto Obama?) nel vocabolario con la nuova edizione 2013 dello Zingarelli, che pure data il secondo termine 1898. Così ci si può stupire a vedere entrare solo oggi Doppiogiochismo, mentre per lo storico Banzai c'è il fatto che di parola giapponese originalmente si tratta. Per 'Ndrina c'è evidentemente invece voluto che la 'Ndrangheta diventasse cosa palese anche al Nord. La codificazione dell'uso delle parole richiede pazienza e verifiche, anche se alcune sembrano conquistarsi un posto di prepotenza in poco tempo, come Scudato (chi usufruisce di uno scudo fiscale) o Spesometro (tabella di riferimento fiscale) o il Daspo (divieto di accedere alle partite di calcio) o ancora di termini tecnici come E-reader (il lettore di E-book) e Widget (componente grafico di interfaccia con un programma), solo per citarne qualcuno. A questi si aggiungono alcuni modi di dire, da Circo mediatico a L'acqua del sindaco (l'acqua pubblica del rubinetto). Insomma, questo Zingarelli 2013 si arricchisce di oltre 1500 nuove parole o nuovi significati (in tutto oltre 143.000 voci con 377.000 significati, 44.000 locuzioni e frasi idiomatiche; 72.000 etimologie) che d'ora in avanti possiamo considerare a tutti gli effetti parte della lingua italiana, che si va inevitabilmente globalizzando.