A capo dell'Agenzia che dà i voti a tutti gli atenei

Mondo accademico in fibrillazione, tutti i docenti e ricercatori devono spedire all'Agenzia di valutazione del ministero (Anvur) i risultati della propria ricerca. «Tra una settimana - dice il presidente Stefano Fantoni (in foto), già direttore della Sissa - saranno arrivati 200 mila prodotti, quantità senza precedenti, 450 sono i revisori (per gruppi di esperti) di 14 aree disciplinari: entro fine anno il lavoro sarà finito». I lavori scientifici verranno soppesati secondo i criteri internazionali già vigenti, quelli umanistici saranno letti uno a uno. È questo il settore più preoccupato, troppe le variabili in campo letterario e storico. «Ma il vantaggio - assicura Fantoni - è che l'enorme ricchezza culturale del nostro paese, che è umanistica, non è stata finora molto riconosciuta a livello internazionale proprio perché poco messa in paragone con altre realtà».