Gli americani di Aviano hanno una loggia

TRIESTE Se negli ultimi mesi sul web sono apparsi proclami del tipo "Fuori i fascisti dal Goi", gli attuali vertici hanno sempre dichiarato che all'interno delle logge si trova anche qualche elettore di Rifondazione comunista il che nel Friuli Venezia Giulia assume toni apparentemente ancor più contraddittori dal momento che la Aviano lodge, che reca la denominazione direttamente in inglese, è formata perlòpiù da ufficiali e soldati della base Nato di Aviano. Al vertice dei fratelli muratori del Friuli Venezia Giulia che complessivamente sono quasi 300 di cui la metà a Trieste, c'è un avvocato di Udine, Umberto Busolini. Sono triestini invece i numeri 2 e 3: il medico Silvio Cassio (loggia Ars Regia) è il vicepresidente vicario e un altro avvocato, Andrea Frassini (loggia Alpi Giulie) ha il titolo di oratore, cioé di principale depositario della regola massonica: è lui ad entrare in gioco ogniqualvolta c'è da dirimere una controversia interna. E il più noto massone della regione è oggi l'avvocato triestino Enzio Volli, 90 anni tra pochi giorni, inisignito del titolo di Gran maestro onorario che in questo ruolo di "grande vecchio" ha sostituito un altro avvocato triestino, Manlio Cecovini. La sede regionale è a Trieste, nel Tempio di corso Saba 20 che fu inaugurato dallo stesso Raffi nel settembre 2002: qui il Goi si trasferì lasciando la vecchia sede di via San Nicolò a un'altra obbedienza massonica: quella della Gran Loggia. Nella sala delle adunanze vi sono i simboli della "muratoria": la pietra grezza e il maglietto, la Bibbia con la squadra e il compasso, il candeliere a sette braccia, la scacchiera bianconera sul pavimento e l'occhio del Grande architetto dell'universo. Il Maestro Venerabile, il Primo sorvegliante, il Secondo sorvegliante, l'Oratore, il Segretario, il Maestro delle cerimonie, il Primo diacono, il Secondo diacono, il Copritore interno hanno scranni privilegiati nel Tempio. Le logge triestine sono ben sei: "Italia" che tradizionalmente raccoglierebbe i personaggi più in vista, "Alpi Giulie", "Oberdan", "Nazario Sauro", "Garibaldi" e "Ars Regia", ultima nata e più spiccatamente intellettuale. A Udine vi sono le logge "La Nuova Vedetta" e "Azzo Varisco", a Gorizia la "Isonzo", a San Vito al Tagliamento la Paolo Sarpi e a Campoformido la "11 settembre", evidentemente nata dopo il 2001. (s.m.)