Il Palmanova calcio chiude per fallimento

PALMANOVA Ultimo sussulto del Palmanova calcio. Dopo la gara di domani la società chiude per fallimento. Già pignorati mobili e suppellettili e messi sotto sequestro due pulmini. All'assemblea della Asd Palmanova è stato decisa all'unanimità la chiusura della gloriosa società amaranto che nel 2009 ha celebrato i suoi cent'anni di vita. Delegato, in qualità di liquidatore Lucio Rossi che si sta attivando per condurre a termine le procedure di fallimento, valuterà per intero la disastrosa situazione economica e farà i conti con l'erario dello Stato e i creditori. Plauso ai giocatori, anche da parte dell'assessore Di Piazza, che da gennaio non hanno neppure un rimborso spese. Da alcuni anni la società, per varie vicissitudini, ha tirato avanti alla meno peggio proprio per arrivare al centenario in maniera dignitosa. Ora non è davvero più possibile tenere in vita il Palmanova calcio. In ogni caso, un gruppo di appassionati palmarini ha già annunciato che costituirà una nuova società, che si chiamerà Asd Palma calcio e che probabilmente si dedicherà dal prossimo anno calcistico solo al settore giovanile. Di questo gruppo fanno parte Renato Talotti, Bruno Sdrigotti, Alessandro Clauiano, Claudio Snidaro, Sergio Tonini, tutte persone queste che hanno già legato il loro nome al Palmanova calcio. Lunedì il commissario Lucio Rossi completerà l'inventario, quindi depositerà in Comune le chiavi del polisportivo. Gli indebitamenti della vecchia società saltano fuori a scadenze giornaliere e vanno da pendenze verso fornitori di abbigliamento, albergatori che hanno ospitato giocatori amaranto a "buchi" ancora più gravi con le istituzioni.
Alfredo Moretti