Un volume sul chitarrista Mauro Giuliani

Toni scuri accesi da vene di giallo e accesi rossi: lava incandescente. Così si presenta «Digital Flamenco» l'ultima mostra dell'artista goriziano Paul Redfern che in collaborazione con il Festival Internazionale di Chitarra Classica Progetto Mercatali ha voluto fondere musica e fotografia digitale in opere di «photomorfosi» che si sono rivelate autentici capolavori.
E proprio uno di questi lavori andrà in premio al vincitore della categoria concertisti del Mercatali 2009, domenica 17 maggio, sera della finalissima del concorso. Il direttore artistico del Festival, Claudio Pio Liviero, ha ribadito il lustro che una vernice come «Digital Flamenco» conferisce alle iniziative collaterali al concorso esprimendo tutta la sua stima nei confronti dell'artista Paul Redfern. La mostra che è stata inaugurata ieri sera nella Chiesa di San Carlo in via Seminario 7, con un concerto del quartetto Athanor, resterà aperta, dalle 17 alle 19, fino a domenica 17.
Questa sera proseguono gli appuntamenti del ricco palinsesto del Festival con la presentazione del libro la «Sesta corda. Vita narrata di Mauro Giuliani» scritto dal pronipote Nicola Giuliani ultimo dei discendenti della omonima famiglia. La presentazione del libro, che completa la mostra «Mauro Giuliani. Curiosità di famiglia» visitabile a Casa Morassi, dalle 17 alle 19, si terrà questa sera alle 18 alla libreria Ubik in corso Verdi a Gorizia. L'appuntamento a cura di Alessandra Marc e Mario Milosa, proporrà la lettura di alcuni brani e lettere estrapolati dal libro, il tutto sarà accompagnato dalle musiche di Mauro Giuliani eseguite dalla chitarra di Gabriele del Forno. Intanto, a casa Morassi dalle 17 alle 19 prosegue la mostra «Sei corde su tela-collettiva 2009».