Glaser, Mattotti, Calligaro: tre stelle dell'arte in una tripla mostra in Friuli

UDINE Un tris d'assi dell'arte contemporanea, composto da Milton Glaser, Lorenzo Mattotti e Renato Calligaro, per una mostra "tripla" nel cuore del Friuli collinare, tra Colloredo di Monte Albano, San Daniele e Fagagna.
L'esposizione, che sarà inaugurata sabato 7 marzo con un percorso di visite guidate dalle 16 alle 19, è stata presentata ieri a Udine dall'ideatore del progetto, il celebre illustratore e fumettista friulano Renato Calligaro, con l'assessore regionale alla Cultura, Roberto Molinaro, il sindaco di Colloredo di Monte Albano Ennio Benedetti, l'assessore comunale alla Cultura di San Daniele Maria Grazia Dall'Arche e il vicesindaco di Fagagna Dino Pegoraro.
Il titolo,
"Glaser Mattotti Calligaro. Il destino della pittura", "può magari sembrare un po' presuntuoso", ha esordito Calligaro. In realtà ha il valore di un'intelligente provocazione: "Solo gli artisti che mantengono un contatto diretto con i diversi linguaggi del contemporaneo, tra fumetto, grafica, pubblicità – ha spiegato l'illustre "matita" –, hanno un contatto con la realtà vera, e quindi sono forse gli unici a poter delineare un destino per la pittura".
L'assessore Molinaro ha sottolineato la novità "di un'iniziativa realizzata in sinergia da tre comuni, per un salto di qualità nella proposta culturale sul territorio". Suggestive le tre location. Il castello nieviano di Colloredo di Monte Albano per Milton Glaser, il più carismatico designer newyorkese della seconda metà del Novecento, autore del famoso manifesto di Bob Dylan e della celebre serie di manifesti "I love New York".
Il palazzo municipale di Fagagna per Lorenzo Mattotti, illustratore e disegnatore d'origine friulana e fama mondiale, versatile e innovativo autore di fumetti, la cui ricerca spazia nei campi più disparati: pubblicità, manifesti di ispirazione civile, moda, design, sigle televisive, cinema d'animazione. Il Museo del territorio di San Daniele, infine, per Renato Calligaro, autore di satira politica e illustratore, che ha collaborato con i più importanti periodici e quotidiani italiani ed europei.
Curata dalla Galleria Nuages di Milano, promossa dai tre Comuni in collaborazione con la Comunità Collinare del Friuli, e sostenuta da Regione, Amb, Cmb e Unipol con il supporto organizzativo dell'Associazione Vicino/lontano, la mostra propone in ciascuna sede una vasta selezione di opere (in tutto oltre duecento) di tre tra i massimi protagonisti del "graphic design contemporaneo". Obiettivo: dare tre possibili e originali risposte al problema posto nel titolo, cioè il destino della pittura in un universo espressivo sempre più dominato dalle tecniche.
"In un'epoca in cui l'invenzione dell'idea si è sostituita alla "bellezza" – ribadisce l'ideatore Calligaro - e il giudizio viene espresso sempre più secondo il solo criterio della novità piuttosto che della qualità, fondere in un'unica prassi grafica, pubblicità, illustrazione, fumetto e pittura, mantenendo altissimo il livello della qualità formale, pare essere il percorso obbligato per un recupero del valore e del ruolo della pittura".
Le esposizioni saranno aperte (con ingresso libero) fino al 13 aprile, dal lunedì al giovedì (su prenotazione per gruppi allo 0432-201408), venerdì ore 9.30-12.30, sabato e domenica 9.30 -12.30 e 15.30-19.
Alberto Rochira