Sì definitivo all'election day Ora vanno scelti tre garanti

TRIESTE Scadenze ravvicinate in vista dell'election day del 13 e 14 aprile. Approvata ieri la delibera di giunta che indica la data delle elezioni regionali ed amministrative, ora tocca al consiglio regionale l'ultimo atto istituzionale, ovvero l'elezione di tre membri effettivi e due supplenti per il Collegio di garanzia elettorale che verrà composto il 6 marzo, data dell'ultima seduta consiliare della IX legislatura. Il Collegio regionale di garanzia, istituito con la legge sul procedimento elettorale approvata a novembre, è preposto al controllo delle dichiarazioni e dei rendiconti presentati dai candidati e dagli eletti in ordine alle spese da loro sostenute nel corso della campagna elettorale. Prima ancora, il 28 febbraio, scatterà il regime di par condicio che si protrarrà fino fino al 28 aprile in caso di ballottaggio al Comune o alla Provincia di Udine (si voterà anche nei comuni di Forgaria del Friuli, Martignacco, San Giorgio di Nogaro, San Giorgio della Richinvelda, Spilimbergo, Teor e Zoppola dove però non è previsto il doppio turno). L'8 ed il 9 marzo sono le scadenze entro le quali i partiti dovranno presentare le liste ed il 14 marzo è la data entro cui verrà sancita l'ammissibilità delle liste stesse. Tempi dunque ristrettissimi prima di entrare nell'ultimo, infuocato, mese di campagna elettorale.
r.u.