Pace e solidarietà: volontari nelle scuole

Scuola e associazioni di volontariato insieme per avvicinare i più giovani a tematiche come il rapporto con le altre culture, i diritti umani, la pace, la solidarietà, l'ambiente, l'economia, lo sviluppo sostenibile. Il progetto, chiamato suggestivamente «Cittadini del mondo» parte nelle scuole cittadine da questa settimana e vede la partecipazione di dodici associazioni che fanno volontariato in città. L'iniziativa, giunta al sesto anno - spiega il coordinatore di quest'anno Matteo Danieli del Consorzio italiano della solidarietà (Ics) - prevede l'intervento gratuito, durante le ore scolastiche, di esperti delle varie associazioni. Inoltre gli insegnanti avranno l'occasione di richiedere materiali didattici, informazioni e consigli per la loro programmazione.
«Speriamo che i nostri progetti e gli interventi proposti si inseriscano in modo armonico ed efficace nell'offerta formativa della scuola» aggiunge Danieli. L'anno scorso, l'iniziativa ha visto la partecipazione di 40 volontari per oltre 600 ore di interventi e ha coinvolto 150 classi. «È un'occasione straordinaria per tutti visto che dice tanto su quanto sia sensibile la città alle tematiche sociali. Le associazioni che si sono unite vogliono offrire una proposta comune alla scuola per contribuire, con le proprie esperienze e testimonianze, alla formazione dei futuri cittadini che saranno capaci così di cogliere le sfide del nostro tempo, e diventare quindi dei veri e propri cittadini del mondo» spiega Ettorina Albrizio dell'Associazione di volontariato cristiano internazionale (Accri). Prevalentemente i progetti presentati si avvalgono di una metodologia «attiva» e «cooperativa» anche attraverso giochi di ruolo o di simulazione che si propone di coinvolgere i ragazzi nel processo di apprendimento e favorirne anche lo scambio di idee e facilitare l'approccio con i temi proposti.
Gabriella Preda