Udinese, preso il mancino Dossena

UDINEUn altro esterno sinistro alla corte di Giovanni Galeone. Si tratta di Andrea Dossena, 24 anni, prelevato in comproprietà dal Treviso: come parziale contropartita l'Udinese ha concesso alla società veneta il prestito del 22 enne centrocampista Alessandro Moro, in rientro da Ascoli. Dopo l'arrivo del brasiliano Guillermo Siqueira, acquistato l'altro ieri dall'Inter sempre al 50%, l'Udinese ha aggiunto alla sua rosa l'uomo che dovrebbe far quadrare i conti in difesa, andando a coprire le spalle a Felipe, fino a due giorni fa unico baluardo della fascia sinistra.
L'INCOGNITAFelipe titolare a sinistra, ma buono anche come centrale in caso di defezioni, Dossena prima alternativa al brasiliano ma buono anche come jolly di centrocampo. Per la rosa bianconera si tratta di un tassello importante, ma l'arrivo dell'ex trevigiano potrebbe essere il segnale di un avvicinamento di Felipe alla Juventus. Se il direttore generale bianconero Zanzi continua a smentire l'esistenza di qualsiasi trattativa, l'interesse degli ex campioni d'Italia per Felipe è certo, anche perché il difensore brasiliano risponde in pieno all'identikit del giocatore utile alla causa della riscossa juventina: esperienza già solida ad alti livelli a dispetto dell'età, talento sicuro ma ancora non definitivamente consacrato, cartellino dal costo non esorbitante (Pozzo ha sparato 15 milioni, ma dovrebbe bastare meno delle metà). La Juve fa sul serio, ma cedendo Felipe Pozzo e Zanzi giocherebbero un brutto tiro a Galeone, che si troverebbe punto e a capo con un solo difensore sinistro di ruolo: vero che adesso c'è anche Siqueira, ma il giovane brasiliano è un esterno di vocazione offensiva, una scommessa più che una garanzia per la retroguardia bianconera.
MUNTARISimile a quella di Felipe la situazione di Sulley Muntari, ormai aggregatosi ai compagni nel ritiro di Asiago. Il ghanese ha parecchi estimatori, soprattutto in Inghilterra, e le offerte per lui non mancano, ma l'Udinese chiuderà un bilancio 2005-2006 sicuramente in attivo e non ha bisogno di vendere i suoi talenti: Muntari e Felipe hanno 22 anni e ci sarà tempo di venderli anche in futuro, magari incassando di più di quanto viene offerto oggi.
L'ECCEZIONEChi ha più possibilità di essere ceduto subito è Vincenzo Iaquinta, che dalla sua casa al mare in Calabria continua a non sbottonarsi sul futuro. Scottato dal braccio di ferro dello scorso anno sul rinnovo, il centravanti preferisce non fare la voce grossa: si dice pronto ad accettare Udine, ma lui di anni ne ha 27 e il Mondiale è stato una bella vetrina. Se da Roma e Firenze arriveranno offerte concrete (senza dimenticare le piste straniere), Iaquinta partirà.
Patrick Vieira, intamto, è dell'Inter, ormai è fatta. I nerazzurri dovrebbero annunciare oggi l'arrivo del centrocampista francese, che va a colmare il vuoto lasciato in mezzo al campo da Juan Sebastian Veron, tornato in Argentina per motivi familiari. Per la Fiorentina, invece, Luca Toni è incedibile.
Riccardo De Toma