Concorso: dalla Sissa a Harvard

Ancora una volta due ex studenti del Master in comunicazione della scienza della Sissa sono tra i vincitori del concorso per giovani giornalisti scientifici bandito dalla Fondazione Armenise-Harvard. Sono Luca Sciortino, laureato in fisica a Pisa e ora redattore scientifico a «Panorama», e Daniela Cipolloni, laurea in matematica a Bologna, free lance nella redazione della rivista online «Galileo». Lui ha 36 anni, lei 26. Due storie personali diversissime che hanno trovato qui a Trieste la strada giusta per centrare i propri obiettivi grazie al Master della Sissa, la Scuola internazionale superiore di studi avanzati. Luca ha concluso il Master nel febbraio 2005 presentando come lavoro di tesi il libro per bambini «Bianca Senzamacchia. Le avventure di una cellula» (pubblicato da Editoriale Scienza di Trieste); Daniela ha discusso lo scorso febbraio una tesi dal titolo «Fuori dal museo».
Luca e Daniela sono due degli oltre 200 studenti che nell'arco di tredici anni hanno frequentato il Master triestino. Ora le loro strade si sono nuovamente incrociate grazie a questo concorso promosso in collaborazione con l'Ugis, l'Unione giornalisti scientifici italiani.
Tra un paio di settimane Luca e Daniela voleranno negli Stati Uniti per trascorrere otto giorni alla Harvard Medical School, uno dei più prestigiosi centri di ricerca biomedica, dove avranno l'opportunità di incontrare e intervistare studiosi di fama internazionale. Ed entrambi sono già stati ospitati al simposio annuale della Fondazione Giovanni Armenise-Harvard, che si è tenuto a Catania per celebrare il decimo anno di attività della fondazione. È la quarta volta che il Master triestino in comunicazione della scienza porta i suoi diplomati alla vittoria nel concorso della Armenise-Harvard. Negli anni scorsi era accaduto con Cristina Valsecchi, Barbara Paltrinieri e Luca Tancredi Barone, ormai saldamente inseriti nello scenario della divulgazione scientifica nazionale. Come del resto è avvenuto a tanti altri studenti passati per la scuola triestina, che oggi lavorano in redazioni giornalistiche, alla Rai, negli uffici stampa di enti di ricerca o in campo editoriale e museale. Un'ulteriore conferma del successo di un'idea, che risale all'ormai lontano 1993 e che si concretizzò grazie a Stefano Fantoni (attuale direttore della Sissa) e a un gruppo di scienziati e giornalisti. A dirigere il Master è oggi Roberto Iengo, fisico teorico della Sissa, coadiuvato da Pietro Greco e Fabio Pagan sul versante giornalistico e da Nico Pitrelli e Giancarlo Sturloni in qualità di project manager. Attorno a loro si è coagulata una vera e propria comunità di docenti che comprende i migliori nomi nel campo della divulgazione scientifica in Italia. Informazioni sul sito del Master (http://mcs.sissa.it) o telefonando ai numeri 040 3787549 / 040 3787401.