Dopo Licio, adesso tocca a Lorenzo

LA CURIOSITÀ TRIESTESe Giorgio Gorgone gli cederà la sua maglia, il neo acquisto Lorenzo sarà il secondo Rossetti ad indossare la casacca numero 7 della Triestina. Per sei stagioni, infatti, era toccato al mitico Licio sgroppare sulla fascia destra di tutti i campi d'Italia con l'alabarda stampata sul cuore e quel numero da ala destra pura stampato dietro alla schiena. Erano gli anni del grande Torino e della grande Triestina. Quella di Nereo Rocco e del secondo posto in serie A.
Licio Rossetti, nato a Trieste nel 1925, è rimasto sino alla fine un sangiacomino puro, con qualche fuga dal rione popolare solo verso il bagno Ausonia. Rossetti aveva giocato nella Triestina dal '45 sino al '50, prima di prendere la via di Milano sponda Inter assieme al compagno Ivano Blason. Quindi il Piacenza e il ritorno all'Alabarda nella stagione '53-'54: 36 volte in rete in quelle 184 partite giocate con quella maglia numero 7 della Triestina. Lorenzo Rossetti è nato a Viterbo, ma qualche discendenza giuliana deve averla di sicuro. Magari di Domenico oppure dello stesso Licio, ma nel Dna di Lorenzo ci sarà certamente qualche gene triestino. Dopo Licio, Lorenzo. Continua la saga dei Rossetti centrocampisti della Triestina.
al.ra.