Per Elisa un duetto con Tina Turner

MILANO È già in rotazione radiofonica dal 27 gennaio, ma uscirà venerdì 10 febbraio il singolo «Teach me again (Insegnami ancora una volta)», il tema musicale interpretato dalla rockstar americana Tina Turner e da Elisa, che apre e chiude la colonna sonora del film «All the invisible children». Un binomio mondiale di solidarietà costruito da un progetto musicale della Sugar di Milano, la casa discografica di Caterina Caselli.
Elisa, oltre ad essere l'autrice del brano, ne ha curato anche la direzione artistica. Il videoclip, invece, è stato realizzato da Mk Film Production e si avvale della regia di Stefano Veneruso e della fotografia di Vittorio Storaro. I proventi netti degli incassi saranno devoluti al «Fondo All the invisibile children» e destinati alle attività di cooperazione nei paesi in via di sviluppo, in particolar modo dell'Africa. Anche i profitti per la registrazione del disco saranno donati ai progetti per l'infanzia. Il tutto sarà gestito direttamente dall'Unicef e dal World Food Program.
Il mondo del cinema sorride ancora alla cantante di Monfalcone. È candidata, infatti, anche ai Nastri d'argento 2006» nella categoria «Canzone originale» con «Swan», title track della colonna sonora del film «Melissa P.- Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire», che ha segnato l'esordio di Elisa come compositrice. La pellicola prodotta da Francesca Neri per la regia di Luca Guadagnino.
La cinquina delle altre nomination si completa con: «Mentre tutto scorre» dei Negramaro, da «La febbre» di Alessandro D'Alatri; «Warriors of light - Sei o non sei», Room 108 (Marco Casu e Marco Velluti) da «Mai più come prima» di Giacomo Campiotti; «Solo per te» di Francesco Tricarico, da «Ti amo in tutte le lingue del mondo» di Leonardo Pieraccioni e «Tra cielo e terra» di Tosca, da «Cielo e terra» di Luca Mazzieri.
Una vittoria ai Nastri d'argento potrebbe incrementare il lungo palmares di Elisa. L'ultimo premio lo ha conquistato a novembre nella settima edizione del Premio videoclip italiano, assegnato all'Università Iulm di Milano, con la canzone in italiano «Una poesia anche per te».
L'idea del duetto con la Turner era nata già nell'estate scorsa su proposta dell'Unicef. «Nella mia vita professionale - afferma Caterina Caselli - ho avuto modo di lavorare su produzioni italiane e internazionali, ma questo progetto mi ha coinvolta in maniera particolare per la sua finalità e unicità. Sono felice che Elisa abbia l'opportunità di cimentarsi come produttrice artistica e cantare con Tina Turner. L'incontro è avvenuto a Zurigo a giugno dello scorso anno ed è stato insieme serio professionale e magico».
Anche questa volta, dunque, l'organizzazione della Sugar, ha fatto centro. È riuscita a mettere assieme due stelle del firmamento musicale del rock e a realizzare un brano già alla vigilia avviato sulla strada del successo. E chi sa se questa importanteunione artistica non possa dare futuri sviluppi.
La canzone «Teach Me Again» fa parte del progetto mondiale di beneficenza promosso dall'Unicef, intitolato «All the invisible children», un film di sette episodi sostiene la causa dei bambini e dei diritti all'infanzia. L'Mk Film ha prodotto la pellicola con Chiara Tilesi e Maria Grazia Cucinotta e sarà distribuito da «Adriana Chiesa Enterprises».
«All the invisibile children», presentato anche alla Mostra del cinema di Venezia nel settembre dell'anno scorso, uscirà ai primi di marzo ed è firmato da un pool di registi di fama mondiale: Mehedi Charef per l'Africa, Emir Kusturica per la Serbia-Montenegro, Spike Lee per gli Stati Uniti, Stefano Veneruso per l'Italia, John Woo per la Cina e Ridley Scott per la Gran Bretagna.
I registi raccontano storie vere di bimbi che soffrono. Il fine di questa operazione umanitaria sarà quello di sensibilizzare gli spettatori sulle problematiche dell'infanzia e mettono in luce per l'appunto i «bambini invisibili dei quali non si parla assolutamente e non si conoscono neanche le difficoltà che incontrano nella vita.
Ciro Vitiello