Il presepe di Caisole (Cherso) uno dei più vecchi d'Europa

CHERSO Sarebbe stato costruito nel 17.o secolo, il che lo pone tra i più vecchi presepi della Croazia e d'Europa. È quello di Caisole (Beli), suggestiva località dell'isola di Cherso appollaiata sul mare e «capoluogo» dell'area chiamata Tramontana. La piccola costruzione e le statuine, splendidamente colorate, sono gelosamente custodite dal parroco di Caisole, don Josip Bandera, che ne è giustamente orgoglioso: «Ricevetti in dono il presepe circa 50 anni fa dalla famiglia Mitis e il suo valore è stato scoperto per caso». Il popolare sacerdote ha sottolineato che nel 1999 ci fu una ricerca sui presepi croati del Museo etnografico di Zagabria. Esperti sull'isola già da una prima valutazione capirono che quel presepe era molto vecchio e altrettanto prezioso. Risalirebbe appunto al 1600.
Non per niente nel 2001, alla mostra Cento presepi, quello di Caisole venne esposto nella cripta della Chiesa Santa Maria del Popolo a Roma, dove ricevette la medaglia d'oro. Due anni più tardi nel più antico salone dei presepi al mondo, in Francia ad Arles, la rappresentazione chersina venne inserita tra altre 60. Dopo i giri europei il presepe di don Bandera è tornato a casa e può essere di nuovo ammirato nella locale chiesetta. Un presepe singolare insomma, custodito da un parroco altrettanto singolare. Don Bandera è il più vecchio sacerdote attivo in Croazia, con 65 anni di servizio pastorale. Nonostante l'età continua a celebrare messa a Caisole, Dragozetici e Predoscica. E' stato insignito di alte onorificenze da Giovani Paolo II e dal presidente croato Mesic.
a.m.