I Nab si affidano a coach Gregori

MONFALCONE Deve essere l'anno del riscatto, per i Nuovi Amici del Basket. Reduci dall'annata più nera della loro breve storia societaria, i biancoviola ripartono dal terzultimo posto della scorsa stagione, utile solo per una risicata salvezza in serie D, praticamente con lo stesso organico ma con un cambio al timone non da poco. I dirigenti hanno scelto infatti l'esperienza e la grinta di Sandro Gregori per guidare un gruppo di giocatori che secondo tutti ha ancora molto da dare. Quel molto che l'anno scorso, vuoi per sfortuna, vuoi per scarso feeling con l'ex coach Fulvio Iadarola, invece non è stato gettato sul campo. «Ho accettato questo incarico perché chi mi ha scelto mi ha dimostrato grande fiducia - spiega Gregori, che si sdoppierà nel ruolo di coach Nab e gm Falconstar - torno in panchina perché mi piace tanto allenare e ci tengo qui a smentire categoricamente che mi occuperò anche di questioni societarie, come è stato riportato da qualche parte. Sono qui per lavorare tanto sul campo, che è poi l'unica ricetta che conosco. Credo in questo gruppo, tutti sanno giocare a pallacanestro, e per qualche motivo che non conosco l'anno scorso hanno giocato molto al di sotto delle loro reali possibilità».
Come detto, i Nab, che da quest'anno avranno sulle maglie il marchio Eurocos, sono praticamente gli stessi della stagione 2004/2005, all'appello manca solo Dino Bernardi, che ha lasciato un buco sotto canestro, e in particolare nel ruolo di ala grande, nonostante il più che gradito ritorno di Alessandro Verzegnassi. Per questo spot c'è in prova alla Verde il triestino Zucchiatti, ex Libertas, ma potrebbe spuntare anche la candidatura di Andrea Aloisio, uomo di fiducia di Gregori, che lo ha già avuto a Staranzano e a Perteole, e che potrebbe arrivare dalla Pallacanestro Grado. Si prevede comunque una squadra dal gioco molto perimetrale attorno al perno Franceschi, tanto più che ai tiratori Gon, Borsetti e Porcari si aggiungono i ritorni a tempo pieno di Alessandro Delbello e Roberto Decorti. In play, Ioannis Bouchlas gode della fiducia di Gregori, accanto a lui, nel ruolo, ancora Luca Buzzulini.
Nel roster, ci sarebbe a dire il vero posto anche per Andrea Giacuzzo, se l'esperto play decidesse di mettere le sue capacità realizzative e di regia al servizio di coach Gregori, che preme per averlo. A completare la squadra, Andrea Celin e il convalescente Roberto Minore nel reparto piccoli, mentre capitan Andrea Vidotto e Andrea Soban copriranno le spalle al neosposo Marco Franceschi sotto le plance. Per gli under 20, due posti per i giovani del vivaio Falconstar oltre a quello riservato ad Alessio Sgobbo. «Abbiamo giocatori simili in qualche ruolo, in particolare tra gli esterni - continua Gregori - ma non è un problema. Io sfrutto le capacità di quelli che ci sono. Di sicuro vedrete una squadra molto aggressiva ».
Michele Neri