«Le cinque giornate di Milano» con Giannini, Gifuni e la Poggi

MILANO C'era tutto lo stato maggiore della Rai, l'altra sera al Teatro dal Verme, per l'anteprima della fiction «Le cinque giornate di Milano», presentata dal regista Carlo Lizzani. In sala anche tutti gli attori del cast, tra cui Giancarlo Giannini, Fabrizio Gifuni e Daniela Poggi. Grandi sono le attese per questo film-tv che andrà in onda in prima serata in due parti, domenica e lunedì prossimo, su Raiuno. Per la prima puntata il direttore di rete Fabrizio Del Noce si attende uno share compreso tra il 25 e il 28%.
Lizzani ha sposato la linea narrativa scelta dagli sceneggiatori Fabio Campus, Giuseppe Badalucco e Franca De Angelis: raccontare, prima di giungere ai cinque giorni del Conflitto (marzo 1848) tra i lombardi e l'Impero Austroungarico, i momenti di grande tensione che si manifestarono già nel corso del 1847, e le posizioni via via prese, da una parte, dai vari ceti sociali di Milano, e dall'altra dai personaggi più rappresentativi dell'Impero, da Metternich a Radetzki. La figura stessa di Carlo Cattaneo, mirabilmente interpretata da Giancarlo Giannini, in questo senso aiuta il pubblico a capire quanto fu tormentato, da parte milanese, il cammino che poi porterà quella città allo scontro frontale con l'Impero.