Trecento bottiglie di vino in palio con "La carta dei vini d'Abruzzo"

PESCARA Competenti, fantasiosi e ben scritti i primi racconti dedicati alle carte dei vini dei ristoranti che propongono vini abruzzesi giunti in redazione. Mancano ancora 25 giorni per partecipare al concorso giornalistico "La carta dei vini d'Abruzzo" organizzato dal Consorzio di tutela dei vini d'Abruzzo, il Consorzio di tutela Colline Teramane, il Movimento del turismo dei Vini d'Abruzzo e il quotidiano d'Abruzzo il Centro, ma qualcuno ha pensato bene di partecipare subito nella speranza di vincere le 300 bottiglie di vino doc abruzzese messo in palio dai tre Consorzi. Fino al 20 novembre, i lettori del Centro e chiunque ama il buon vino abruzzese ha la possibilità di vincere 300 bottiglie di vino doc abruzzese messo in palio dagli sponsor. Come? È presto detto. I partecipanti dovranno inviare all'email cartadeivini@ilcentro.it un racconto di massimo duemila battute, spazi e punteggiatura compresi, nel quale descrivere la propria esperienza in un ristorante al momento di ordinare una bottiglia frutto della vitivinicoltura abruzzese. Il ristorante non deve essere necessariamente in Abruzzo, ma deve avere nella sua carta i vini abruzzesi. Il partecipante deve descrivere in duemila battute la tipologia del vino richiesto o proposto, se la carta del ristorante ha una buona scelta dei vini della regione; se il ristoratore ha spiegato le caratteristiche del vino; come viene servito il vino (se troppo freddo, troppo caldo, ossigenato bene ecc.) e com'è il rapporto qualità-prezzo. Il racconto può essere corredato anche da fotografie. Un'apposita giuria sceglierà due racconti (uno di un lettore abruzzese, l'altro di un non abruzzese) che vinceranno 150 bottiglie di vino doc abruzzese ciascuno. La cerimonia di premiazione si terrà il 10 dicembre prossimo, alle ore 18, nella sala Petruzzi del Museo delle Genti di Pescara.