Le minicar di Atessa conquistano Milano

ATESSA. Una nuova alleanza strategica rafforza la realtà imprenditoriale della Val di Sangro. E' la Italcar, nata dalla fusione tra Green Company di Rivalta Torinese e la T.Car di Atessa, che ha fatto il suo debutto alla fiera del motociclo di Milano con il nuovo marchio nel settore delle minicar. L'azienda chiuderà l'anno con una produzione di 700 veicoli e punta al raddoppio per il 2006.
Per i sindacati le prospettive sono positive. La T.Car è specializzata nella produzione di minicars con motori termici ed elettrici, mentre la Grenn Company opera da oltre vent'anni nel comparto dei veicoli elettrici, con applicazioni relative ai settori golf, commerciale, turistico e delle municipalità. Con la fusione nel nuovo gruppo Italcar, la società abruzzese, ex gruppo Tasso di Atessa, ha avuto un rilancio sul mercato italiano ed europeo, con una vasta gamma di prodotti offerti nella nuova scuderia di quadricicli elettrici e minivetture elettriche e a motore, sia diesel che benzina, che soddisfano una vasta gamma di esigenze.
Grazie ai nuovi investimenti del gruppo nel settore ricerca e sviluppo, la Italcar è divenuta azienda leader nella produzione di veicoli elettrici tecnologicamente avanzati. «La T.Car chiuderà il 2005 con 700 unità di prodotto, ma la previsione per il prossimo anno è di 1300 veicoli, con un incremento produttivo pari al 30% per il mercato italiano e all'80% per quello estero», spiega il direttore commerciale, Carmine Aimola.
Anche dal sindacato arrivano commenti positivi al patto stretto tra le due società e che sta già dando i suoi primi risultati. «Crediamo in questa alleanza, che ha portato la T.Car in un gruppo forte nel suo settore e che garantisce il rilancio dell'azienda», afferma Marco Di Rocco, segretario provinciale della Fiom-Cgil. «Il mercato si sta ampliando, i dati sulle vendite lo testimoniano e se gli obbiettivi di crescita saranno rispettati, ci aspettiamo un incremento occupazionale di una ventina di lavoratori», prosegue il sindacalista.
«L'accordo si sta rivelando positivo e se i programmi del 2006 saranno quelli illustrati dall'azienda, ci sarà un balzo di mercato notevole, che aprirà nuove prospettive di occupazione», fa eco Nicola Manzi, segretario provinciale della Uilm-Uil.
Alla fiera internazionale di Milano (Ecma) è stata presentata la minivettura T3, alla presenza dell'ex calciatore Daniele Massaro e del presidente Italcar, Enrico Chevallard. Il gruppo sarà anche sponsor e fornitore ufficiale delle olimpiadi invernali di Torino. (a.s.)