4º Rally di Montesilvano a Feragotto

MONTESILVANO.Alberto Feragotto, navigato da Angelo Osvaldini su Renault Clio Williams vince il 4º Rally di Montesilvano, ha preceduto Lucio Petrocco, che ha corso con Caterina Rossi, e la coppia Roberto Chiavaroli-Ivana Diotato.
39 delle 45 vetture verificate hanno preso il via dal piazzale antistante il Palacongressi. Presenti il vice sindaco Cantagallo, la consigliera comunale Paola Sardella, Emidio Di Felice delegato allo sport, il presidente dell'Automobile Club Pescara Giampiero Sartorelli.
La prima prova speciale, sui 3,200 km di Cepagatti, è andata a Feragotto, tallonato a meno di 2 secondi da Petrocco su altra Renault Clio Williams. In terza piazza, Fabrizio Colombi, vincitore dell'edizione precedente; il teramano Fiorile in quarta piazza, Di Clemente in quinta, De Juliis in sesta.
Nella seconda speciale, a Pianella di 3,920 km, Feragotto ha bissato il successo incrementando il vantaggio su Petrocco mentre Fiorile saliva al terzo, Rendina si insediava al quarto e Roberto Chiavaroli al quinto. Nelle graduatorie di classe, Feragotto comandava la A/7, Fiorile la N/3, De Juliis la A/6, De Ruvo sulla Rover MG Trofeo la N/1.
Nella terza speciale, a Caprara su 3,350 km, il miglior tempo è di Roberto Chiavaroli su Renault Clio Williams davanti a Petrocco, Feragotto, Chiarini, Rendina, Fiorile, Colombi, Di Clemente, De Juliis e Spacco finiti nell'ordine.
Protagonista della gara, a questo punto, diventano i birilli della chicane compresa nella prova. Alcune delle vetture di testa, quelle di Chiavaroli, di Feragotto e Di Clemente spostano i birilli, la classifica di classe e generale dopo tre prove viene congelata dal direttore di corsa in attesa di ricevere il referto dei commissari addetti alla chicane. Con questa suspence legata all'abbattimento o al semplice spostamento dei birilli si conclude il primo giro.
La prima speciale del secondo giro, quarta complessiva, è appannaggio di Feragotto che così, nella generale, rafforza il primato. In piazza d'onore Petrocco staccato di 4". Terzo Chiavaroli che precede Fiorile, Rendina, Di Clemente, Chiarini, De Juliis, Spacco e De Ruvo che è decimo.
Nessuna variazione si verifica nella quinta speciale, a conclusione della quale Feragotto conserva il vantaggio su Petrocco. Terzo Chiavaroli, a 5"5/10, con Fiorile quarto, Rendina quinto, Di Clemente sesto, Chiarini settimo, De Juliis ottavo, De Ruvo nono, Bersaglino decimo. I ritiri salgono a sette.
La gara si conclude con la vittoria di Feragotto, in piazza d'onore Petrocco, terzo Roberto Chiavaroli. Vincitori di classe sono Feragotto in A/7, De Juliis-Giampietro in A/6, Rendina-Cologgi in N/2, Barsaglini-Rossi in N/2, De Ruvo-Dezii in N/1, Orefici-Russo in OS, Di Matteo-Procacci in KO
Francesco Santuccione