''Il meglio di un uomo'' in chiave #MeToo: lo spot Gillette che ha fatto arrabbiare i ''maschi''

video Il nuovo spot di Gillette, che sposa la campagna di #MeToo e denuncia il bullismo sessista degli uomini, ha scatenato le ire di gran parte dei consumatori che si sono sentiti "criminalizzati". Nella pubblicità, dal titolo "il meglio che un uomo può essere" che sostituisce l'ormai celebre slogan "il meglio di un uomo", l'azienda americana della Procter and Gamble, specializzata in rasoi e prodotti per la cura del corpo, esorta gli uomini a cambiare comportamento e a essere più rispettosi delle donne, criticando la "mascolinità tossica". Il video, che dura poco meno di due minuti, si apre con riferimenti alle molestie sessuali e agli abusi denunciati da #MeToo, e si chiude con elementi positivi, come un uomo che impedisce all'amico di molestare una ragazza per strada. La scelta è stata considerata coraggiosa da diverse persone, ma a molti uomini, principale clientela dell'azienda, non è piaciuta. In tanti hanno invocato il boicottaggio. Sulla polemica è intervenuto anche il direttore del marchio Gillette per il Nord America, Pankaj Bhalla, in alcuni casi tirato direttamente in causa. "La discussione è importante e in quanto società che incoraggia gli uomini a essere al meglio, ci sentiamo in dovere di parlarne e agire", ha spiegato Bhalla."Abbiamo guardato realisticamente a ciò che sta accadendo oggi e miriamo a ispirare il cambiamento", ha aggiunto. Nel giro di 48 ore il video su YouTube ha totalizzato quasi 5 milioni di visualizzazioni. Tuttavia i like sono poco più di 100mila a fronte degli oltre 380mila 'non mi piace'.Video: YouTube Gillette

Ue, mea culpa Juncker. Varoufakis: "Troppo poco, troppo tardi. Sarà condannato dagli storici"

video "Ai funzionari europei piace sempre fare un parziale mea culpa dopo aver commesso un crimine. Le istituzioni europee sono state vendicative verso il popolo greco, oggi subiscono la nemesi della loro hybris". Così a margine della seduta del Parlamento Ue a Strasburgo Yanis Varoufakis - ministro delle Finanze greco all'epoca dello scontro con la Troika sul piano di salvataggio per l'economia ellenica - commenta le parole del presidente della Commissione Juncker, che alla celebrazioni per i 20 dell'euro ha parlato di "mancanza di solidarietà e austerità avventata"a proposito delle istituzioni Ue verso la Grecia. Il leader M5S Di Maio ha definito quelle di Juncker "lacrime di coccodrillo", ma Varoufakis - che correrà alle elezioni europee con il suo movimento Diem25 - è duro anche con lui: "Nel momento in cui ha scelto Salvini é finito".

Laura Boldrini: "Questa sentenza è uno spartiacque, chi offende nella Rete ne deve rispondere"

video

“Questa sentenza rappresenta uno spartiacque, chi offende e umilia nella Rete ora ne deve rispondere”. L’ex presidente della Camera Laura Boldrini commenta così la sentenza del tribunale di Savona che ha condannato il sindaco leghista di Pontinvrea Matteo Camiciottoli accusato di diffamazione proprio ai danni dell’ex presidente della Camera dopo un post su Facebook con cui le aveva augurato lo stupro (scrisse di far scontare ai colpevoli i domiciliari “a casa della Boldrini, magari le mettono il sorriso") . Dedico questa vittoria ai mia figlia e a tutte le figlie d’Italia che non devono aver paura di denunciare”. Videoservizio di Valentina Evelli

Roma, emergenza rifiuti. Cento sindaci contro la Raggi: "Non accetteremo discariche"

video Caos in Campidoglio durante il consiglio straordinario sill'emergenza rifiuti. Insieme alle opposizioni protestano i sindaci della provincia di Roma. "Non accetteremo le discariche, lotteremo anche con le barricate. Abbiamo presentato opposizioni per vincoli paesaggistici e non ci sono state date risposte" afferma Alessio Pascucci sindaco di Cerveteri, che ha consegnato una lettera firmata da un centinaio di primi cittadini dell'area metropolitana. Espulso dall'aula Angelo Vastola consigliere Pd del Municipio XI (Ponte Galeria). Anche i consiglieri di Fratelli d'Italia protestano cercando di consegnare un sacco di spazzatura alla sindaca. di Livia Crisafi

Tav, Ponti: ''Commissione aveva bisogno di più tempo. Referendum? Solo se vota chi paga''

video "Abbiamo esaminato tutti i documenti disponibili soprattutto quelli prodotti dall'osservatorio sulla Tav: servivano più tempo e più risorse ma la politica ha i suoi tempi e i tecnici fanno i salti mortali". Sono le parole di Marco Ponti, incaricato dal ministero delle infrastrutture e trasporti per un'analisi costi/benefici del progetto della linea ferroviaria Torino-Lione, nel corso della presentazione del suo libro, "Trasporti. Conoscere per deliberare". E sulle parole pronunciate dal professore in passato circa la necessità di far partire comunque la Tav, Ponti ha precisato: "Dicevo così perché i dati che avevamo in mano erano negativi ma la decisione di cominciare l'opera era incontrovertibile". Su un possibile referendum, invece, sulla Torino-Lione Ponti taglia corto: "Solo se vota chi paga e non solo chi riceverà i benefici". di Camilla Romana Bruno

Eclissi del 21 gennaio, c'è la "super Luna": ecco perché il satellite si colora di rosso

video Il calendario degli appuntamenti astronomici italiani si apre quest'anno con l'eclissi di luna del 21 gennaio. Poco prima dell'alba in tutta la Penisola si potrà ammirare il satellite colorarsi di rosso. Per godere del "clou" del fenomeno bisognerà alzarsi moltro presto: la fase in cui la luna sarà completamente immersa nell'ombra inizierà alle 5.41 del mattino e terminerà alle 6.43.

Roma, emergenza rifiuti: Raggi contestata in Aula, 4 consiglieri espulsi e De Luca si sdraia a terra

video Movimentata seduta straordinaria del consiglio comunale capitolino sui rifiuti. L'opposizione, in un clima rovente, ha chiesto alla sindaca Virginia Raggi "risposte dopo 31 mesi di governo". "Non c'è il bilancio Ama 2017 e le banche taglieranno i fondi da febbraio". Quindi l'attenzione è stata catalizzata dal consigliere dem di Ostia Athos De Luca, che si è sdraiato a terra dopo che gli è stato impedito di esporre uno striscione. De Luca era furibondo con una sindaca che secondo lui "non riesce neanche a raccogliere l'immondizia dalle strade" e che "fa l'ecologista con le discariche degli altri".di Livia Crisafi

Palermo, la principessa di Borbone al museo visita il lascito dei suoi avi

video La principessa Beatrice di Borbone in visita al Museo archeologico Salinas per ammirare la mostra che racconta il lascito dei suoi avi a Palermo nel 1816, l'unico anno che la città visse da Capitale del Regno delle due Sicilie. La principessa è intervenuta anche alla conferenza organizzata dal Sacro Militare Ordine costantiniano di San Giorgio nel corso della quale gli storici Pasquale Hamel e Daniele Palermo hanno parlato del contributo dei Borbone alla cultura siciliana.di Paola Pottino