storia e memoria»ESCLUSIVA

di Cristina Fabbri wREGGIO EMILIA. I portoni robusti delimitano ogni cella. Dagli spioncini pare di scorgere ancora gli internati. Alle finestre ci sono spesse inferriate di ferro: fuori la luce è quasi accecante, doveva esserlo anche a quel tempo, quando il "fuori" pareva un sogno. Nel lu

«’Ndrangheta, bloccate la Cispadana»

di Cristina Fabbri wREGGIO EMILIA «Cispadana? I rischi di infiltrazione sono troppi». E poi: «Coopsette ha legami che scottano, ad esempio con Bianchini». Infine: «Delrio deve dimettersi. Non si è reso conto della situazione reggiana: non è in grado di ricoprire il ruolo attuale». Parole d