I carabinieri sventano tre furti

CORREGGIO. Tre tentativi di furto in azienda falliti nel giro di poche ore con la banda - si ritiene la stessa - messa in fuga dai carabinieri, contro i quali i malviventi non hanno esitato a scagliare un estintore. Una notte a dir poco roccambolesca, quella tra martedì e ieri, per banditi e militari dell'Arma, che, comunque, alla fine sono riusciti a evitare il peggio per le attività prese di mira: si tratta dell'Ama di via della Tecnica a Correggio, della Palfinger, a soli 4 chilometri di distanza, e della Nexion di via Dinazzano, sempre a Correggio.L'immediato intervento dei carabinieri della stazione di Correggio, reso possibile grazie all'attività di controllo del territorio, ha permesso ai militari della stazione locale, con l'aiuto dei colleghi del nucleo radiomobile di Reggio Emilia, di sventare i tre furti. In tutti gli episodi la banda era composta di almeno quattro malviventi, travisati con passamontagna.Il blitzI banditi prima hanno rivolto le loro attenzioni furtive ai magazzini della ditta Ama di via della Tecnica a Correggio (diversa dalla sede principale dell'azienda che si trova in via Puccini a San Martino in Rio) poi alla vicina Palfinger, in via Emore Tirelli a Reggio Emilia, che si trova però a soli 4 chilometri di distanza dai magazzini Ama, e quindi, qualche ora dopo, alla Nexion, di via Dinazzano della frazione Prato di Correggio.Tre colpi che i carabinieri di Correggio e i colleghi della sezione radiomobile della compagnia di Reggio Emilia, che conducono le indagini, ritengono di attribuire alla stessa banda composta da 4 malviventi che, in occasione del tentato furto alla Palfinger, non hanno esitato ad usare un estintore all'indirizzo della pattuglia dei militari dell'Arma - in questa occasione quelli della sezione radiomobile della compagnia di Reggio Emilia -, che li aveva scoperti, per poi darsi alla fuga. In ordine cronologico: poco dopo mezzanotte e mezzo i carabinieri, su segnalazione del 112, a cui era giunta la segnalazione di presenze sospette nel cortile della ditta Ama, sono intervenuti presso i magazzini in via della Tecnica. I ladri avevano infranto due vetri del portone d'ingresso per poi desistere all'arrivo degli uomini dell'Arma e darsi alla fuga. L'esame dei filmati, grazie alla collaborazione fornita da custode dell'azienda, hanno consentito di accertare che la banda era composta da quattro malviventi incappucciati.LE RICERCHELe ricerche sono scattate immediatamente, con l'aiuto dei militari della sezione radiomobile della compagnia di Reggio. I malviventi sono stati intercettati all'interno del cortile della vicina Palfinger. E per la seconda volta, dunque, sono stati costretti alla fuga. Prima di allontanarsi però uno dei componenti della banda ha lanciato un estintore all'indirizzo della gazzella, per cercare di ostacolare i militari. A distanza di qualche ora i carabinieri sono intervenuti alla Nexion: in questo caso per ritardare l'intervento degli uomini dell'Arma i banditi hanno chiuso con del fil di ferro i cancelli dell'azienda, posizionando di traverso anche dei cassonetti dell'immondezza. Ora le indagini cercheranno di appurare l'identità dei malviventi. Ma intanto per le aziende i danni sono stati evitati. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI