Ottavia Piccolo con “Enigma” apre la stagione del Boiardo

SCANDIANO Un enigma che parla di storie e Storia, di persone e di momenti epocali. Domani sera (ore 21) il teatro Boiardo di Scandiano apre la sua stagione con una delle attrici italiane più note, Ottavia Piccolo, impegnata nello spettacolo "Enigma", scritto da Stefano Massini e diretto da Silvano Piccardi. "Enigma" parla di Berlino e del muro, parla di bugie e di rappresentazioni, "perché niente significa mai una cosa sola". «Questo è un dramma intimo e insieme globale, come spesso nelle opere di Massini. È uno spettacolo creato nel 2009 per il ventesimo anniversario della caduta del Muro di Berlino, parte da questa vergogna della storia e dalle vite spezzate in due di migliaia di persone, di due nazioni», racconta Ottavia Piccolo, ormai musa prediletta di Massini. Al proposito, in questi giorni nei cinema italiani si può assistere anche a "7 minuti" di Michele Placido, basato sull'omonimo testo di Massini con la Piccolo in un ruolo primario, proprio come lo aveva al teatro. «"7 minuti" ormai lo abbiamo proposto spesso a teatro - ragiona la Piccolo - quando è stato il momento di andare al cinema ci siamo ritrovati, come in "Enigma" il piccolo e il grande si intrecciano: i 7 minuti in meno di pausa pranzo da cui si parte si trasformano in tutt'altro», ragiona la Piccolo. A Scandiano cambieranno scenografie e panorami mentali. «Questa è un'opera intima, con solo due protagonisti che parlano fra loro ma in realtà vogliamo parlare a tutti, parliamo di una storia che coinvolge tutti quanti», continua l'attrice. Un lavoro in cui il pubblico è chiamato al lavoro per risolvere l'Enigma: «I protagonisti mentono sempre, uno alla volta. Lo specificherà anche un cartellone sul palco. In ogni scena uno dei protagonisti mentirà sapendo di farlo, e la verità si scoprirà solo seguendo l'intreccio e la suspense. Un gioco teatrale, un enigma appunto, che ci porterà a conoscere meglio le storie di un uomo e di una donna, e non solo quelle». Prima di dedicarsi alla Piccolo e alla sua bravura, il pubblico scandianese potrà anche concedersi un momento gastronomico. Come nella passata stagione, in occasione di alcuni spettacoli la rappresentazione sarà anticipata da una cena a tema dentro al teatro, al prezzo fisso di 10 euro e curata dalla Pro Loco scandianese. Per "Enigma" ci si concentrerà sulla Germania con ravioloni, stinco, crauti, torte e bretzel, oltre ad acqua e, a scelta, un boccale di birra o un bicchiere di Riesling. La prenotazione è obbligatoria, o al teatro o chiamando la Pro Loco al numero 333/9561642. (adr.ar.)