Petkovic ci ha preso gusto «Il gol ci ha sbloccato»

di Luigi Cocconcelli wREGGIO EMILIA Da oggetto misterioso, o quasi, ad elemento determinante. Il passo può essere breve, racchiuso in cinque giorni. Bruno Petkovic si gode il secondo goal consecutivo, gli applausi del pubblico all'uscita dal terreno di gioco e prova a ritagliarsi un ruolo importante da qui alla fine. Petkovic si trova meglio col modulo del primo tempo o preferisce agire da punta centrale in un 4-3-3? «Per me è indifferente, a Catania ho giocato da punta centrale, a Varese in un attacco a due ed anche largo sull'esterno, del resto ad ogni attaccante piace avere la palla tra i piedi, tentare il dribbling, ho anche qualità tecniche per lavorare decentrato, davvero credo di poter dare il mio apporto in entrambi gli assetti. Con Ruopolo comunque mi trovo benissimo». La rete, la prima di testa? «Quando ho visto Mignanelli avanzare ed allargarsi per il traversone, sono partito in anticipo, ho preso un millimetro al difensore e quel millimetro ha fatto la differenza, sono davvero contento perché in quel momento il goal poteva essere determinante, anche e soprattutto per dare fiducia ai compagni, alla squadra, così è stato"» Come spiega le difficoltà incontrate nel primo tempo? «La Carrarese è stata brava a compattarsi dietro, è una squadra organizzata e ci ha dato la dimostrazione che non esistono partite facili. Io, Ruopolo ed Alessi ci siamo dedicati ad un lavoro sporco, ci è mancata, forse, convinzione, determinazione in alcuni frangenti». Sinceramente la classifica la guarda, adesso la Reggiana è più vicina al secondo posto che non l'Aquila al terzo. «Certo che la guardiamo, ma senza farci prendere dall'assillo o pensare di fare calcoli, dobbiamo correre, lavorare, sudare in allenamento ed in ogni partita, cercando sempre di raccogliere il massimo di punti, poi è evidente che a quattro giornate dl termine è meglio essere davanti che dietro». Per raggiungere i play-off potrebbe essere sufficiente vincere le gare interne con San Marino e Spal. «Non penso sia il caso di stilare tabelle, dipende anche da quanti punti raccoglieranno gli avversari, una cosa è certa: mancare l'obiettivo dei play-off a questo punto sarebbe per noi, ma credo per tutto l'ambiente, una delusione fortissima».