Case con un metro d'acqua nelle campagne di Budrio

CORREGGIO I mobili in legno ammassati e ancora sotto l'acqua, pronti per essere buttati. La cuccia del cane sommersa a metà. Un angioletto di ceramica con la faccia all'ingiù tra l'aiuola e quello che doveva essere un marciapiede che porta all'interno della villetta, ancora completamente ricoperto d'acqua. E poi i barattoli per la colazione, i materassi, qualche cestino di vimini, i cesti per l'immondizia... Tutti ammassati fuori, in mezzo ad un metro d'acqua. Si spera di salvare qualcosa da questo disastro che si è abbattuto in via Massenzatico, interessando diverse case tra le campagne di Budrio, e in particolar una villetta al civico 19 in cui abita una famiglia di origine straniera. Eppure ieri mattina, questa famiglia, tra i residenti di una delle villette più colpite, non sapevano davvero da dove partire per cercare di salvare il salvabile. Sotto la pioggia che non voleva saperne di cessare, per ore e ore sono stati impegnati, aiutati da alcuni amici e vicini di casa, a ripulire la casa e il garage dall'acqua, cercando di buttarne fuori il più possibile dal seminterrato e il piano terra della loro abitazione. Sotto l'acqua, chi in mezzo alla strada per parlare con i tecnici del Comune e le forze dell'ordine, chi cercando di capire cosa è successo, cosa ha provocato questo disastro e cosa avrebbero dovuto fare per evitare tutto questo in futuro. C'è anche chi, per fortuna, non ha visto la propria casa riempirsi d'acqua, e per questo ha dato una mano ai vicini per salvare più oggetti personali possibile. Pulire per cercare di ritornare in casa in quel momento era la speranza alla quale so sono aggrappati in tanti per dare un senso a un'emergenza improvvisa e causata dall'ondata di maltempo che si è abbattuta in tutta la Bassa tra la notte di martedì e, più intensamente, ieri mattina. L'evento, però, almeno per loro, non sembrava neppure una novità. La donna che abita nella villetta più colpita, infatti, non dà la colpa di tutto ciò che è successo solo al maltempo. Altri vicini confermano che spesso questi episodi (per fortuna non così dannosi) accadono quando la pioggia si fa più intensa. Ricercare la causa di questi allagamenti non è una cosa semplice, e la richiesta di aiuto di questi cittadini proprio per questo motivo si fa più insistente, perché episodi così, difficili da superare anche a livello morale, non succedano più. E se ieri via Massenzatico è stata la zona più colpita da questa anomalia meteo, di certo ci sono state anche altre zone della campagna correggese ad essere state interessate dalla pioggia battente. Allagamenti di campagne, tra Budrio e Massenzatico, se ne sono infatti visti parecchi, così come fossi, sempre nelle stesse zone, al limite dello straripamento. Per fortuna la situazione in questi casi era praticamente sotto controllo, mentre per le famiglie di via Massenzatico ci vorranno ancora giorni per ritornare alla normalità. Silvia Parmeggiani ©RIPRODUZIONE RISERVATA