L'Arcetana si aggrappa ai gol del bomber De Luca

Massimiliano Fusani (nella foto) lascia il Lentigione per approdare al Sassuolo, neo promosso in serie A. Ovviamente Fusani cambierà ruolo: appenderà le scarpette al fatidico chiodo per assumere il ruolo di team manager della compagine neroverde. Fusani era approdato quest'anno alla corte del Lentigione in qualità di centrocampista. Una scelta fortemente voluta dal patron Amadei e dall'ex tecnico D'Astoli. Fusani si era calato con dedizione alla realtà del Lentigione pur mantenendo buoni rapporti con il Sassuolo. Fusani tornerà così alla casa madre con un importante ruolo di team manager. E' una delle prime mosse che la società del presidente Carlo Rossi sta mettendo in atto per rafforzare lo staff dirigenziale in vista della massima serie. Il Lentigione perde una preziosa pedina a centrocampo ma il presidente Andrea Benassi avrà modo e tempo per sostituirlo in modo adeguato anche se ancora la società non ha deciso quale sarà la strategia e le scelte per la prossima stagione. ARCETO Ancora una volta è lui il risolutore, quel giocatore che riesce a risolvere le partite. Ancora una volta l'Arcetana raggiunge un risultato positivo grazie ai suoi gol. Si tratta di Manuel De Luca attaccante di esperienza arrivato ad agosto alla corte di mister Marco Paganelli che, fino ad ora, ha siglato la bellezza di 21 gol in campionato, uno in Coppa Italia e due nello scontro con la Sanmichelese. Una partita che vale una stagione e che vedrà l'Arcetana giocarsi tutte le proprie chance di accesso all'Eccellenza nella partita di ritorno in programma domenica prossima. De Luca, fino a oggi ha realizzato 24 gol in una sola stagione. Un bottino niente male per il bomber. «Sono abbastanza soddisfatto – spiega l'attaccante – anche se contro la Sanmichelese rimane il rammarico di non aver vinto. Abbiamo disputato una buona prestazione ma siamo stati poco precisi e abbiamo pareggiato». Ritiene sia un pareggio non veritiero? «Alla fine vista la posta in palio, viste le due squadre ci può stare. Per noi è un po' stretto visto che abbiamo avuto diverse occasioni. Peccato ma nulla è perduto anzi abbiamo una partita di ritorno da giocare e 90' che ci giocheremo dando il massimo» Cosa la preoccupa della Sanmichelese? «Sapevamo che era una squadra ostica ed importante da incontrare e lo ha dimostrato. Quello che più mi preoccupa è il campo. Un sintetico di vecchia generazione, molto duro sul quale sarà difficile giocare bene. Per il resto noi andremo là per fare risultato e cercare di posizionarci il più in alto possibile nella classifica delle seconde». Cosa non ha funzionato durante il campionato che si è appena concluso? «E' stato un campionato difficile per tutte. Molto equilibrato dove fino all'ultima giornata non si sono avuti esiti. Nel girone di andata siamo andati bene terminandolo al primo posto. E' stato nel girone di ritorno che non abbiamo iniziato come speravamo. Dulcis in fundo abbiamo perso in casa contro la Casalese e lì' ci siamo giocati la vetta». Come giudica la vittoria della Meletolese? «E' stata brava la Meletolese a sfruttare il nostro momento no e ad arrivare davanti a noi. Nella stessa situazione avremmo fatto lo stesso». Infine… «Speriamo di riuscire ad arrivare al primo posto delle seconde, poi una bella festa per concludere in bellezza questa stagione». Mara Bianchini ©RIPRODUZIONE RISERVATA