Mercato e antichi mestieri con i cantastorie in centro

CASTELNOVO MONTI Appuntamento d'eccezione domenica in occasione degli ormai tradizionali Mercati del Contadino e dell'Oggettistica ed antiquariato. Questo giunge alla sua ultima data per questa estate, mentre quello del contadino proseguirà fino a fine ottobre. I mercati si svolgono si svolgono in piazza Peretti e nel centro storico. E' inoltre in programma un evento che si integrerà tra i banchi dei mercati, nell'ambito del progetto artistico "Di mano in mano", a cura della Compagnia Chili 5 di Sale Teatro, da un'idea della Compagnia Quinta Parete, e realizzato in collaborazione con Auser, Cgil, Istituto Peri - Merulo, ed i Comuni di Castelnovo Monti, Scandiano e Correggio. Il progetto vuole mettere a confronto le generazioni sul tema del lavoro partendo dalla riscoperta di quei vecchi mestieri che ora non esistono più se non nel racconto di chi li ha fatti e vissuti. Gli spettacoli, che prendono il via appunto il 2 settembre a Castelnovo (dallee 11) saranno riproposti in seguito anche a Scandiano, Correggio e Reggio Emilia (rispettivamente il 3, 5 e 7 settembre). Tutto si svolge durante il mercato, e gli spettacoli proveranno a coinvolgere i passanti intenti a comprare tra le bancarelle. Ci saranno cantastorie, con le musiche e il loro racconto su stoffa. Illustreranno gli antichi mestieri, il loro funzionamento, l'abilità necessaria, allestendo un "cantuccio" del mercato dove poter vedere ed ascoltare da vicino, un anziano che parlano di queste loro arti manuali. Ci si potrà sedere e intrecciare fili, aggiustare scarpe, ascoltare le storie accompagnate dalla musica e dal lavoro, o da un canto di una mondina. Lo spettacolo è gratuito «ma – spiegano gli organizzatori – attenzione. C'è solo se anche l'ospite si presta ad ascoltare e a lavorare». (l.t.)