Le telecamere in consiglio «Uno scandalo sul niente»

bGUASTALLA./b «Sono allibito per la strumentalizzazione delle informazioni da parte dei consiglieri Verona e Zanichelli». Cosi Claudio Benatti, presidente della Commissione Affari Istituzionali, dopo le dichiarazioni di alcuni consiglieri di minoranza sull'art. 29 del Regolamento Comunale: «Non capisco tutto questo urlare allo scandalo sul niente - ha detto Benatti - quando, sia l'ufficio del Garante per la protezione dei dati personali, che i Tar di Marche, Veneto e Lombardia, invitano a disciplinare i limiti e le modalità di pubblicità delle sedute consiliari, compresi eventuali divieti di registrazioni da parte di terzi. Per gli organi di stampa, non viene fatto altro che regolamentare quello che già avviene oggi. Nessuna censura dunque perché non abbiamo nulla da nascondere».BR Oltre a respingere le accuse della Verona e di Zanichelli, il presidente della Commissione Affari Istituzionali Benatti, attacca: «Invece di scandalizzarsi per videoregistrazioni o presunte uova alla diossina, dovrebbero occuparsi anche di cose più importanti per i cittadini, come quella di partecipare all'incontro sulla presenza di nutrie che è diventato un problema sociale. L'amministrazione comunale, le organizzazioni sindacali del mondo agricolo, i rappresentanti della Provincia e dei vari Atc di pianura hanno dimostrato come sia diventato veramente grave il fenomeno delle nutrie e come sia urgente intervenire». (m.p.)BR