Zarate, duro attacco a Totti: mi critica sempre, ma è finito

ROMA. «Totti parla troppo e dimentica che è già finito». E' un duro attacco al capitano della Roma, Francesco Totti, quello che Mauro Zarate, attaccante della Lazio, lancia attraverso il canale sportivo ‘Espn' di Buenos Aires.
Il giocatore argentino si è detto stufo dei continui attacchi ricevuti dal numero dieci giallorosso.
«Lui parla molto ma si dimentica che è già finito - ha dichiarato Zarate - Sarà da dieci derby che non segna un gol. Mi sembra strano che mi attacchi sempre. Io non gli rispondo, preferisco fare quello che devo fare, cioè giocare e segnare».
Rammaricato per la posizione in classifica della Lazio, l'attaccante ha ribadito di non aver certo perso gli stimoli: «E' una cosa strana essere cosi lontani dalle zone importanti - ha aggiunto - quelle che contano. Soprattutto dopo la vittoria in Coppa Italia e quella in Supercoppa. Stiamo attraversando un momento difficile. Ma sono sempre molto motivato. Giocare nella Lazio è uno stimolo importante per me».
Sulla nazionale argentina e sulla possibilità di giocare anche per l'Italia, Zarate non ha dubbi: «Il mio desiderio è di giocare per il mio paese. Vorrei giocare il Mondiale con l'Argentina».