Veronica scrive a Silvio: sono addolorata

ROMA.Poche righe, consegnate da un uomo della scorta, per dichiararsi addolorata. Veronica Lario ha deciso di non andare a trovare Silvio Berlusconi al San Raffaele, ma ha voluto comunque fargli sapere che nonostante tutto, divorzio, separazione, rancori e guerre legali, la brutale aggressione che lui ha subito la fa soffrire. Mentre ieri è arrivato da Hong Kong Luigi, il più piccolo dei figli della coppia, Veronica si è confidata con alcuni amici manifestando incredulità per quanto accaduto domenica. «E' assurdo, non me lo sarei mai aspettato, sono addolorata, per uno come Silvio abituato a stare tra la gente non sarà facile da questo momento in poi».
Il Cavaliere e Veronica non si parlano da mesi, da quando lei ha reso pubblica la sua decisione di chiedere il divorzio. Era il giorno dopo la festa dei diciotto anni della fino ad allora sconosciuta, Noemi Letizia, in quel di Casoria. E' stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Veronica ha affidato alla stampa il suo sfogo contro il marito, frequentatore di minorenni e 'uomo malato". Poi si è affidata agli avvocati. Che le hanno suggerito di non concedere più interviste. Un suggerimento accolto con gioia da chi come lei, da quando ha smesso di recitare, è stata gelosa custode della sua privacy e di quella dei tre figli: Eleonora, Barbara e Luigi. Neanche la nascita di Edoardo, secondogenito di Barbara, amatissimo da entrambi i nonni, è servita a provocare un incontro, sia pure casuale, tra i coniugi.
Tra poco i due dovranno rivedersi per forza. I tentativi di arrivare a una separazione consensuale sono falliti e la causa Veronica versus Silvio sarà celebrata in tribunale. Marina e Piersilvio si sono opposti a quanto chiede Veronica: la divisione dell'Impero in parti uguali, per cinque. (m.b.)