Ibrahimovic decide il ‘Clasico'

BARCELLONA. E' Zlatan Ibrahimovic l'uomo della provvidenza blaugrana che decide, all'11' del secondo tempo con uno splendido sinistro al volo su cross di Dani Alves, il Super Clasico tra Barcellona e Real Madrid, mandando in delirio i 98mila del Camp Nou e ridando il primato in classifica agli uomini di Guardiola. Lo svedese era entrato da appena 5 minuti.
La mossa del tecnico si è quindi rivelata vincente, ed è normale per uno che in 50 partite da tecnico nella Liga ha ottenuto il 71,42 per cento di successi, l'ultimo dei quali, quello di ieri, con un uomo in meno dal 18' st per l'espulsione di Busquets (doppia ammonizione).
La sfida che gli appassionati di tutta Europa attendevano, un vero e proprio duello tra Palloni d'oro di ieri e di domani, ha quindi prodotto solo un gol, come due anni fa, quando però vinsero gli ospiti con una prodezza di J. Baptista (che ora fa il rincalzo a Roma); ma di spettacolo ne ha regalato ugualmente tanto, in campo e sugli spalti, come raramente se ne vede dalle parti del campionato italiano. Unico punto di contatto tra i due tornei è stato il protagonista di stasera, che esaurita l'esperienza interista anche in Spagna vuole continuare a collezionare titoli.
Nell'altro derby internazionale, quello di Londra, due reti di Drogba (in testa alla classifica marcatori con 11 centri), più l'autogol di Vermaelen, hanno dato al Chelsea di Carlo Ancelotti la vittoria sull'Arsenal all'Emirates Stadium. Un 3-0 che non ammette repliche, soprattutto per la superiorità di manovra mostrata nella ripresa. Il Chelsea si conferma cosi leader della Premier League.
Con questo ko l'Arsenal, quarto, scivola a -11 punti dalla vetta.