Un po' coupé, un po' cabriolet: è la 308CC

MILANO.Il debutto ufficiale è avvenuto in occasione del Salone di Ginevra quando si era vista la nuova versione scoperta.
La Peugeot 308 CC, con quattro posti veri, ripropone nell'abitacolo tutte le caratteristiche tipiche della berlina abbinate alla sportività ed al piacere di guida della sorella minore 207.
La 308 CC ha il tetto retrattile in due parti con un padiglione mobile dalla superficie ridotta e un grande lunotto in vetro atermico oscurato che si disaccoppia dai montanti dei pannelli laterali posteriori quando si ripiega, per liberare il maggiore spazio possibile nel bagagliaio. L'insieme è governato da una nuova centralina elettronica che impartisce il comando di abbassare i quattro vetri di circa 50 mm prima di iniziare la manovra.
Per quanto riguarda i motori, l'offerta benzina proposta al lancio si articola intorno al motore turbo a iniezione diretta, frutto della collaborazione tra Bmw Group e PSA Peugeot Citroen: il 1.6 litri THP 150 cv - coppia di 240 Nm a 1400 g/min con cambio manuale a sei marce, il 1.6 litri THP 140 cv - coppia di 240 Nm a 1400 g/min con cambio automatico a quattro rapporti con comando Tiptronic system Porsche mentre tra qualche mese arriverà il 1.6 VTi Euro 5 da 120 cv con cambio manuale a cinque marce. Per il diesel, al momento del lancio è previsto il motore 2.0 litri HDi FAP Euro 5 da 140 cv - coppia di 320 Nm con cambio manuale a sei marce ed il 2.0 litri HDi FAP Euro 4 da 136 cv - coppia di 320 Nm con l'automatico a sei rapporti. Completa l'offerta il 1.6 l HDi FAP Euro 5 da 112 cv - coppia di 270 Nm a 1750 g/min con cambio manuale a sei marce.