Travolto e ucciso sulle strisce, due paesi in lacrime

CASALGRANDE. Resta ricoverata nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Baggiovara, a Modena, Silvana Zanti: le sue condizioni restano gravi, ma stanno migliorando. Non si rimarginerà, invece, la ferita di aver perso il marito, Silvano Zanni ucciso dall'auto in corsa che, domenica sera, ha travolto la coppia mentre attraversava la strada assieme a un amico. I funerali del 50enne di Casalgrande non sono ancora stati fissati: si attendono gli esami sulla salma.
Il cordoglio per la tragica scomparsa di Zanni rimbalza da Villalunga, dove l'uomo viveva con la moglie e la figlia 28enne Alice in via Fratelli Bandiera, a Castellarano, il suo paese di origine. E dove ancora si recava ogni giorni per lavorare: era co-titolare della Barcom di via Cimabue, azienda leader nella produzione di tecnologie ambientali, come gli impianti per il trattamento e la depurazione dell'aria.
Silvano Zanni, domenica sera, era uscito con la moglie e una coppia di amici residenti a Baggiovara, frazione di Modena, Vanni Vezzelli e la moglie Dorina Tretiu.
Erano stati al concerto di Natale, nel convento di Baggiovara. Poi, avevano pensato di fermarsi a bere qualcosa in un locale lungo la via Giardini. Erano appena le 22. Dopo aver parcheggiato l'auto, hanno attraverato la strada sulle strisce pedonali.
Quando ormai avevano completato l'attraversamento un'auto ha travolto Zanni, la moglie e l'amico: scampata, ma solo per una frazione di secondo Dorina Tretiu, che aveva già messo i piedi sul marciapiede.
I tre sono volati a terra dopo un impatto terribile. A travolgersi è stato un 21enne di Maranello, in seguito risultato negativo all'alcoltest.
La moglie di Vezzelli, che ha sentito il boato dello scontro, è stata la prima a correre in loro aiuto, ma è apparso subito chiaro anche ai suoi occhi che le condizioni di Zanni erano gravissime: era finito nel fosso, respirava ancora, ma non era cosciente.
E' morto poco dopo l'arrivo dei soccorsi, che lo stavano trasferendo all'ospedale di Baggiovara, a poche centinaia di metri dal luogo dell'incidente.
Feriti in modo molto grave anche la moglie e l'amico.
Entrambi, sono stati ricoverati in terapia intensiva: il modenese, 41enne, ha avuto seri problemi di respirazione, a causa di gravi lesioni ai polmoni riportate nell'urto. Anche le sue condizioni, fortunatamente, stanno migliorando.