Sotto l'albero, un locale analcolico

Quest'anno c'è un regalo di Natale in più sotto l'albero dei giovani reggiani: l'apertura del Pigal Discoteque. Domani alle 20.30 a pochi passi dallo stadio Giglio inaugurerà il locale analcolico fatto dai giovani per i giovani, con il patrocinio di Amministrazione comunale, Ceis, Carta Giovani. «Vogliamo dare ai giovani un'alternativa concreta - ha detto Franco Corradini, assessore alla Sicurezza e Coesione Sociale - crediamo che divertimento e sballo non debbano andare a braccetto».
«I ragazzi - prosegue Corradini - impareranno che si possono passare belle serate in compagnia anche senza alcol». Una scelta controcorrente ma a favore della vita, una risposta all'urgenza di porre fine alle stragi dei weekend.
«Al 31 ottobre gli incidenti stradali registravano già un numero di feriti pari a quello dell'intero 2006 - ha spiegato il comandante della Municipale Antonio Russo - 1.234 persone coinvolte, di cui 17 decedute. In aumento anche i ritiri di patente per guida in stato di ebbrezza, serve un radicale cambio di mentalità, non basta aver aumentato le pattuglie notturne nelle ore di fuoco». Un primo vento di cambiamento soffia proprio dalle domeniche sera del Pigal, dove la musica si spegnerà all'una e dove al bancone verranno serviti solo cocktail senza alcol.
«Si ripropone la scelta analcolica della Gabella di via Roma, che ha conquistato i cuori di molti ragazzi costringendoli a pensare e a diventare protagonisti attivi del loro futuro» ha fatto notare Federico Amico, presidente dell'Arci di Reggio. Grande la soddisfazione di Ivano Ballerini, presidente del Circolo Pigal: «Sosteniamo un consumo etico e responsabile, senza far mancare musica e divertimento. La festa di domenica sarà solo la prima di una lunga serie di appuntamenti domenicali mensili da qui alla prossima estate, vogliamo che diventi una tappa fissa nel calendario del giovani reggiani». Altro importante evento in arrivo è il progetto Feste Sicure, che nel weekend di venerdi 28 e sabato 29 vedrà distribuiti gratuitamente 5 mila etilometri in discoteche, birrerie, supermercati e cinema. «Ben 3.500 saranno forniti dal Comune con le Farmacie Comunali Riunite - ha spiegato Roberto Rocchi coordinatore dell'Osservatorio sulla Sicurezza Stradale - i restanti provengono dai fondi dell'Osservatorio e dalla raccolta organizzata dagli amici di Elisa Cantagalli, la giovane scomparsa nell'incidente dello scorso luglio. Ripetiamo cosi l'iniziativa Stopflowers, che porta ragazzi ad avvicinare altri ragazzi al fine di farli riflettere sulle conseguenze delle loro azioni. Continueremo poi con le già intraprese attività di informazione nelle scuole e gli incontri nei centri sociali, tutte le nostre forze sono dispiegate per combattere l'emergenza alcol».
Francesca Manini