Tassista romano modifica la targa e le multe arrivano a una parmense

ROMA.Aveva alterato la targa del proprio taxi, e le innumerevoli contravvenzioni che collezionava venivano recapitate ad una ignara signora che abita in quel di Parma. Il tassista è stato fermato, nei pressi di piazza Vittorio, nel quartiere Esquilino a Roma, dai motociclisti del primo gruppo dei vigili urbani, diretto da Carlo Buttarelli.
Il decisamente insolito espediente è stato applicato da un tassista romano, di 37 anni, che possiede una regolare licenza concessa dal Comune capitolino, appartenente ad una nota cooperativa di taxi, che alla guida della propria auto, di cui, con nastro adesivo nero, aveva modificato la targa, tramutando in modo preciso la lettera F originaria, in E.
Il tassista romano aveva collezionato un numero impressionante di infrazioni al codice della strada. In particolare, queste riguardavano il passaggio con semafori rossi, che venivano attribuite alla Daewoo Matiz appartenente all'ignara ed incolpevole signora parmense.
Lo hanno reso noto i vigili urbani, specificando che al momento del fermo il tassista è sceso dall'auto cercando di staccare dalla targa il pezzo di nastro adesivo che la rendeva irriconoscibile.
L'uomo è stato segnalato per i provvedimenti disciplinari del caso al Dipartimento del Comune, ed a suo carico è stata attivata la procedura per il pagamento delle sanzioni.