Effetto euro, in vacanza di più

ROMA.Sono all'insegna di un moderato e contenuto ottimismo le previsioni di Assotravel sui viaggi di Natale e Capodanno: l'Associazione nazionale agenzie di viaggio prevede una crescita del 2% dei viaggi e ciò grazie al fatto che, come spiegano il presidente Andrea Giannetti e il direttore Francesco Granese, «gli italiani hanno sempre più l'esigenza di viaggiare anche per dimenticare pensieri e tensioni di tipo economico ed una vacanza è senz'altro un'ottima soluzione». La fascia alta di mercato non conoscerà crisi e le destinazioni più chic in Europa ed in Italia registreranno il tutto esaurito. Come ogni anno St.Moritz e Cortina saranno prese d'assalto,cosi come i resort più esclusivi in giro per il mondo, specie nell'emisfero al caldo. «Ma questo dato - spiega Granese - non rappresenta certo il mercato e riguarda un numero esiguo di consumatori». La fascia media e medio alta quest'anno si rivolgerà in primo luogo alle capitali europee (il turismo di fine anno che richiede servizi all'industria turistica richiede per il 60% queste destinazioni). Pertanto gli italiani stanno scegliendo tradizionalmente Parigi, Londra, Madrid, Barcellona, Berlino, Amsterdam, Vienna e Praga.
Gli italiani che scelgono una capitale europea chiedono di soggiornare 4/5 giorni a cavallo di Natale o Capodanno, con una spesa media che va dai 900 ai 1.300 euro. In calo l'Est Europa (per un aumento vertiginoso dei prezzi) e la Lapponia (che aveva avuto negli ultimi anni buoni incrementi) ma le due aree di destinazione non assorbivano una fetta importante del mercato. Nel corto raggio l'Egitto è la destinazione di riferimento, non tanto per Sharm el Sheik che sarà protagonista di scelte all'ultimo minuto e che farà segnare i valori dell'anno scorso, quanto per il Natale o il Capodanno in crociera sul Nilo, che risulta molto richiesto. In quest'ultimo caso il periodo medio di permanenza è 7 notti ed i valori medi dei pacchetti, inclusivi di 25 o 31 dicembre, vanno dai 1.400 ai 1.600 euro.