Anche Valverde è coinvolto

CAGLIARI.La Guardia Civil, la polizia spagnola confermerebbe che Alejandro Valverde è coinvolto a pieno titolo nell'Operacion Puerto, nascosto dal numero ‘18' e dalla sigla «Valv-Piti». Lo riferisce il sito tuttobiciweb.it che ha raccolto indiscrezioni fatte dalla polizia spagnola al quotidiano L'Équipe. Il quotidiano francese nell'edizione di ieri spiega che il laboratorio tossicologico di Barcellona ha rintracciato epo nella sacca contrassegnata con il n.18 tra quelle prelevate nei laboratori del dottor Fuentes e che ora con certezza la polizia spagnola attribuisce quella sacca a Valverde.
Le sette sacche di sangue attribuite al corridore della Caisse d'Epargne (il cui manager Josè Miguel Echevarri è volato a Parigi per un incontro con i vertici della banca proprio per parlare di Valverde) sono state ‘archiviate' dal giudice Serrano che ha promosso l'Operacion Puerto. Ininfluenti ai fini della giustizia ordinaria interessano quella sportiva.
Da Copenaghen intanto il giornale JP riferisce che controlli interni alla Csc, ex squadra di Ivan Basso, hanno riscontrato valori ematici irregolari su due corridori in controlli eseguiti dal dottor Damsgaard.