Si va a caccia di nuovi talenti

REGGIO. La Reggiana è sempre una bella vetrina per i ragazzi che giocano a calcio nelle varie squadre della provincia. Nonostante siano passati i tempi della serie A, la maglia granata resta per tanti il punto di approdo, magari per cullare il sogno di raggiungere il professionismo dove però statisticamente arriva solo un giocatore su quarantottomila. Luca Ariatti, Fabio Caselli, Elvis Abbruscato, Andrea Costa e Francesco Cocconi sono alcuni dei calciatori che dalle società di provincia hanno di recente trovato nella Reggiana il loro trampolino di lancio.
Ora si spera, esaurito il filone nigeriano dei vari Martins, Benjamin, Makinwa, Eliakwu, Leke, di riprendere a lanciare i giovani della galassia del calcio nostrana.
Berretti.L'allenatore Marcello Montanari cerca un nuovo miracolo, anche se la squadra è formata quest'anno da quasi tutti i ragazzi che erano negli allievi nazionali e quindi un po' acerbi per diventare serbatoio della prima squadra. Catellani e Gozzi sono eventuali rinforzi di lusso.
Allievi nazionali.Torna sulla panchina Lorenzo Mossini, dopo l'esperienza di Parma. Anche questa è una squadra non al massimo della competitività, essendo stata ricostruita sulle fondamenta della formazione regionale dell'ultimo anno.
Allievi regionali.Stefano Vezzani è un veterano degli allenatori della Reggiana, le sue capacità non si discutono, però per le mani si troverà un organico rifatto all'ultimo momento. Il campionato sarà un buon collaudo per la squadra.
Giovanissimi nazionali.Giacomo Ferretti è sulla panchina della squadra forse più importante, rinnovata per metà. La speranza è che questa formazione sappia mettersi in mostra, ha alcune individualità interessanti.
Giovanissimi regionali.E' il frutto dei raduni fatti lo scorso anno e dovrà confermare la bontà o meno delle scelte. In panchina ancora Emerio Corradini.
Esordienti.I ragazzi tesserati sono una trentina, gli allenatori saranno due, Garzon e Bocelli. Garzon è al debutto per Bocelli parlano esperienze importanti; oltre che con la Reggiana ha lavorato anche con Brescello, Crociati e Parma. La squadra è stata iscritta a due campionati, al sabato giocherà nel torneo regionale per professionisti e alla domenica mattina nel campionato provinciale con un anno in meno rispetto alle altre avversarie. (p.b.)