Scuole superiori, un terzo lascia

Un alunno su due, nel passaggio dalle scuole medie alle superiori, butta la spugna e sbatte la faccia contro gli insuccessi. Dopo il rimando o la bocciatura del primo anno di frequenza quasi un terzo se ne va per sempre. È da questa constatazione che partono i genitori e i docenti che si r

Mancano i pc, s’impara con i tablet

Imparare a conoscere internet e ad essere al passo con i tempi, riuscendo a muoversi nel campo sempre più variegato delle nuove tecnologie: questo è l’obiettivo che si pone “Pane e internet”, il progetto promosso dal 2011 dalla Regione ed appoggiato dalla Provincia di Modena per ridurre il

Gli studenti di serie B spesso dimenticati

Nell'auditorium del Polo scolastico Leonardo, Marco Bersanelli professore di astrofisica presso l'Università di Milano, ha dialogato con gli studenti dell'istituto Corni “Sull'esperienza dello studio... come è possibile innamorasi dello studio”. La sala era piena. Duecento studenti e stude

Marcus, quel “nomade” della pittura

Tanti aspetti di un lavoro dai linguaggi diversi esprime la mostra di Harald Marquordt (Marcus), fino al 29 novembre, al Ristorante Europa 92, in stradello Nava 8. Il desiderio di comunicare porta l'artista modenese (nato in Germania, vive in città dagli anni Sessanta) ad operare con liber

Presiederà il cardinale Angelo Amato

La celebrazione è presieduta dal card. Angelo Amato, prefetto della Congregazione per le cause dei santi e rappresentante di papa Francesco. Insieme a lui, oltre ai vescovi delle due diocesi che hanno visto svolgersi la vicenda terrena di Rolando, mons.Antonio Lanfranchi, arcivescovo-abate

Senza Titolo

bassa terremotata Quattro battesimi un segno di speranza n Domenica scorsa sono state battezzate quattro bimbe nella Chiesa di Medolla. È un segnale di speranza per l'area del cratere perchè significa che la vita oltre tutto va avanti. Si è visto sia in Giappone che a l'Aquila, dopo il ter

Senza Titolo

... arrivato lì per aiutare l'amico 74enne, Alessandro Pica, che aveva deciso di trasferirsi. Ma Giovanni Nebbioso, 50enne napoletano da anni a Modena, non accettava questo trasloco e stava appunto...