Trump insiste: "Dorian ha minacciato l'Alabama". Ma la mappa che mostra sembra modificata

video Trump non ammette di aver sbagliato. Il presidente degli Stati Uniti negli scorsi giorni aveva ricevuto diverse critiche per alcuni tweet che aveva pubblicato in cui dava notizia che l'uragano Dorian, che ha colpito le Bahamas, avrebbe raggiunto anche lo stato dell'Alabama, creando panico nella popolazione locale. Le previsioni però non erano queste. Il tweet di Trump è infatti stato immediatamente smentito dal National Weather Service dell'Alabama. Il numero uno della Casa Bianca allora si è presentato alla conferenza stampa nello studio ovale con la carta originale che mostrava la traiettoria prevista per l'uragano. La mappa però, stando ai media statunitensi, era modificata. Si nota infatti un segno nero tracciato per ampliare l'effetto dell'uragano anche sugli stati di Georgia e Alabama. Alla domanda di un giornalista che gli chiedeva motivo della modifica, Trump ha subito risposto "Non ne so niente". L'ARTICOLO: Trump mostra mappa 'alterata' su Dorian e insiste con l'Alabama Video: Youtube / White House

Usa, neve a Los Angeles: non succedeva dal 1949

video Era dal 1949 che a Los Angeles, negli Stati Uniti, non cadevano dal cielo fiocchi di neve. I cittadini della città californiana sono scesi in strada e in molti hanno filmato con i propri smartphone il raro evento. Un episodio talmente eccezionale che il National Weather Service, il servizio meteorologico nazionale, è dovuto intervenire su Twitter per confermare la nevicata.  Video: Twitter

Tempesta Usa, si torna alla normalità

NEW YORK Nemo si allontana lasciando dietro di sè nove morti e la costa nord-orientale degli Stati Uniti divisa in due: mentre New York si è già ripresa in maniera brillante, nel New England è iniziata la conta dei danni provocati dalla tempesta di neve. Nel frattempo, l’allerta si spost

Affonda il Bounty Due marinai dispersi

ROMA Notte di angoscia per gli Stati Uniti. Sandy, l’uragano dalla potenza distruttiva, ha messo sotto scacco un’area larga 800 miglia, più della distanza tra le Alpi e la punta sud della Sicilia. E in mare aveva già fatto già sentire i suoi effetti ieri trasformando in incubo la crocier