Consultazioni, Berlusconi show: la 'performance' ruba la scena a Matteo Salvini

video Dopo le consultazioni, la dichiarazione congiunta del centrodestra è stata letta da Matteo Salvini. Ma il capo di Forza Italia si è preso la scena: ha dimostrato di conoscere quasi a memoria il discorso, conteggiando con le dita i punti programmatici e ripetendo con il labiale le esatte parole di Salvini.Dopo i saluti, Silvio Berlusconi ha 'letteralmente' spostato Salvini e Meloni, impugnato i microfoni e ha raccomandato ai giornalisti di "fare i bravi" e ha attaccato i 5S. Lo show non è sfuggito agli utenti dei social che hanno ironizzato sul contegno dell'ex cavaliere Youtube/ Quirinale

Accordo centrodestra-M5S, Toti: "Grillini scendano dall'astronave, tornare al voto scellerato"

video "Nel dire non voglio un Governo fatto di invidia sociale, odio e pauperismo, il presidente Berlusconi ha messo un punto sul programma, non un veto ai 5S". Lo dichiara il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, consigliere politico di Silvio Berlusconi, stamani a 'Circo Massimo' su Radio Capital. E aggiunge: "Il M5S è un partito contenitore molto vasto, trasversale tra destra e sinistra, che unifica gli 'insoddisfatti' . Sapremo se è veramente di destra o di sinistra quando i 5 stelle decideranno di scendere dall'astronave e confrontarsi con la realtà. Votare adesso sarebbe scellerato, si dovrà fare un governo che magari duri un anno-due per sterilizzare anche le clausole di salvaguardia. Un governo politico che duri 5 anni non mi sembra facile".

Governo, Toti: "Programma minimo centrodestra-M5S possibile e necessità dolorosa"

video "E' possibile trovare un programma minimo di Governo tra centrodestra e M5S con la buona volontà, il dialogo sugli incarichi istituzionali è stata una prova che induce un po' di ottimismo, ma non è facile e non so neanche quanto possa durare". Lo afferma il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, consigliere politico di Silvio Berlusconi, a 'Circo Massimo' i intervistato da Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto su Radio Capital. "Che Di Maio dica 'non faccio alleanze con qualcuno' fa parte della narrazione necessaria a fare digerire al proprio mondo la necessità di dialogare con qualcuno. - commenta Toti - L'accordo quale che sia tra le forze politiche è una dolorosa necessità frutto di una legge elettorale sbagliata".

Governo Lega-5S: Lupi "Non temo inciuci"; Meloni "Di Maio ci vuole dividere, pronti all'opposizione"

video Terminata la prima giornata di consultazioni al Quirinale, i primi esponenti del centrodestra che hanno incontrato il presidente Sergio Mattarella rispondono ai cronisti sull'ipotesi di intesa per un governo tra la Lega di Matteo Salvini e il M5S di Luigi Di Maio. "Non credo alla possibilità di inciuci tra Salvini e Di Maio", afferma Maurizio Lupi (Noi con l'Italia). Giorgia Meloni, leader di Fratelli D'Italia, definisce "tattica politica" il veto di Di Maio ad una apertura con il centrodestra di Silvio Berlusconi. "L'interesse di Di Maio è dividere il centrodestra", dice. Quando all'ipotesi di governo Lega-M5S Meloni assicura: "Non abbiamo paura di andare all'opposizione". di Martina Martelloni

Governo, FI risponde al veto Di Maio: "Ha scarsa cultura istituzionale e poco rispetto per gli elettori"

video Vertice di Forza Italia a Palazzo Grazioli, a Roma, per decidere la linea da tenere in vista delle consultazioni al Quirinale. Ma a tenere banco sono le dichiarazioni del capo politico del M5s Luigi Di Maio, che ha aperto a eventuali alleanze con Lega e Pd a patto che non sia coinvolto Silvio Berlusconi. "Di Maio non è nelle condizioni di esprimere alcun veto, Forza Italia esprime milioni di voti che meritano di essere rispettati", risponde la neo capogruppo azzurra alla Camera Mariastella Gelmini. "Quelli di Di Maio mi sembrano solamente dei giochi di palazzo, dal partito che vuol essere dei cittadini mi sembra un controsenso - aggiunge il presidente del Parlamento Ue Antonio Tajani -. Fiducia in Matteo Salvini? Sono certo che non tradirà il centrodestra. Il tentativo di dividerci è un po' ridicolo, sembra il gioco del Risiko, ma la politica è una cosa seria". di Francesco Giovannetti

Lajatico, il Comune più ricco d'Italia grazie ad Andrea Bocelli

video Lajatico, comune toscano a 45 km da Pisa con 1312 abitanti, ha un record: il reddito pro capite più alto d'Italia secondo il Dipartimento delle Finanze. A quanto ammonta? A 45.393 euro. Merito della presenza del tenore Andrea Bocelli, il cittadino più ricco. Il borgo della Valdera scalza così dalla cima della classifica Basiglio (Milano), "urbanizzato" da Silvio Berlusconi. Bocelli nel suo paese natale traina anche il turismo. Il suo Teatro del Silenzio è una meta molto gettonata: per il concerto del 28 luglio 2018, è già tutto esaurito (foto di Franco Silvi, video a cura di Tecla Biancolatte) Video: Bocelli: "Non sono il solo ricco del paese"Leggi: A Lajanico reddito pro capite di 45mila euro

M5S, Bonafede: "Tweet della Lega è fake news, io non parlavo di reddito di cittadinanza"

video Intercettato dopo il pranzo in un ristorante nei pressi di Montecitorio, Luigi Di Maio non commenta gli ultimi sviluppi sulle trattative per il governo e in particolare la richiesta reiterata da parte di Forza Italia di un incontro tra il capo politico del M5S e Silvio Berlusconi. A parlare é invece il deputato Alfonso Bonafede al centro di una polemica che per molti rappresenta un nuovo capitolo nelle tensioni tra il M5S e la Lega. L'account Twitter ufficiale del partito di Salvini, infatti, ha ripreso un'intervista al deputato Pd Michele Anzaldi che attaccava proprio Bonafede, accusandolo di rimangiarsi le promesse del Movimento sul reddito di cittadinanza. "Il reddito di cittadinanza é una priorità del Movimento - dice Bonafede - un'altra cosa é il reddito universale di cui parla Beppe Grillo". di Marco Billeci

Berlusconi - Servillo canta 'Malafemmena. 'Loro 1' in sala il 24 aprile

video Dopo le prime immagini uscite qualche settimana fa, ecco il trailer del primo dei due capitoli che Paolo Sorrentino ha dedicato a Silvio Berlusconi. 'Loro 1' uscirà nelle sale italiane martedì 24 aprile, distribuito da Universal Pictures, il secondo film LORO 2 sarà nei cinema italiani dal 10 maggio. Accanto a Toni Servillo, protagonista del film, Elena Sofia Ricci nel ruolo di Veronica Lario, Riccardo Scamarcio, Kasia Smutniak, Euridice Axen, Fabrizio Bentivoglio, Roberto De Francesco, Dario Cantarelli, Anna Bonaiuto, Giovanni Esposito, Ugo Pagliai, Ricky Memphis, Lorenzo Gioielli, Alice Pagani, Caroline Tillette, Elena Cotta, Iaia Forte, Duccio Camerini, Yann Gael, Mattia Sbragia, Max Tortora, Milvia Marigliano, con l'amichevole partecipazione di Michela Cescon e con Roberto Herlitzka.

Centrodestra, Casini: "Noi delfini rottamati da Silvio, lo squalo Salvini erede senza permesso"

video "La situazione del centrodestra é inedita anche per Berlusconi perché dopo aver avuto tanti delfini di cui era insoddisfatto, oggi c'è uno che sembra essersi preso l'eredità, ma non gli ha chiesto il permesso". Così Pier Ferdinando Casini - ex alleato di Silvio Berlusconi, ora rieletto senatore nelle fila del centrosinistra - risponde sui rapporti di forza tra l'ex Cavaliere e il leader leghista Matteo Salvini in vista della possibile formazione di un esecutivo con il Movimento 5 Stelle.di Marco Billeci

Forza Italia, la neocapogruppo Bernini: "M5S non sono un pericolo, con loro si può parlare"

video "Nessuna rivincita per la mancata elezione a presidente del Senato, non ritengo di aver subito un torto". Così la senatrice di Forza Italia Anna Maria Bernini all'uscita dell'assemblea dei parlamentari di Fi che l'ha eletta capogruppo a palazzo Madama. La scelta della Bernini - una delle senatrici con i migliori rapporti con i colleghi del Movimento - è considerata un'apertura di Silvio Berlusconi al dialogo con i pentastellati per la formazione del governo. La neo capogruppo conferma indirettamente: "Ho lavorato molto bene con i 5 Stelle nella scorsa legislatura e sono certa che sarà lo stesso anche in questa. Lo sforzo di tutti noi deve essere quello per dare un governo all'Italia".di Marco Billeci

Ruby Ter. Ambra Battilana: "Berlusconi rinviato a giudizio? Contentissima"

video Silvio Berlusconi è stato rinviato a giudizio nel caso Ruby Ter. Lo ha deciso il gup di Milano Maria Vicidomini che ha mandato a processo anche quattro 'olgettine': Aris Espinosa, Elisa Toti, Giovanna Rigato e Miriam Loddo. I reati ipotizzati sono corruzione in atti giudiziari e falsa testimonianza. La Procura è convinta che in cambio di 400 mila euro e 'altre utilità' le ragazze abbiano fornito testimonianze di comodo nei processi del 'Rubygate'. "Il rinvio a giudizio di Berlusconi non è ancora una vittoria - ha affermato Ambra Battilana, la modella che si è costituita parte civile contro il leader di Forza Italia - ma sono contentissima. Voglio dimostrare che senza scorciatoie, facendo le cose giuste, anche se ci metti più tempo, puoi raggiungere gli obiettivi in modo sano". Recentemente Battilana ha sfilato per Roccobarocco alla settimana della moda di Milano.di Francesco Gilioli

Cuneo, Briatore: "Al mio amico Berlusconi dico di lasciar governare Di Maio e Salvini, largo ai giovani"

video È un dialogo su imprenditoria, ricchezza e inevitabilmente politica, quello tra gli imprenditori Flavio Briatore e Oscar Farinetti alla tenuta Fontanafredda di Serralunga d'Alba (Cuneo). La presentazione del libro di Briatore 'Sulla ricchezza' (Sperling & Kupfer) è così l'occasione per commentare la situazione politica del Paese: "Hanno vinto i 5 stelle e, per il centrodestra, la Lega, è giusto che provino a governare", dice Briatore, con buona pace del suo amico storico Silvio Berlusconi. Ma poi parla di "inciucio", criticando la classe politica che ha votato "una legge elettorale che rende il Paese ingovernabile se non, appunto, con gli inciuci".di Giulia Destefanis

M5S vota l'ultrà berlusconiana Casellati: Di Maio non commenta, parlamentari in imbarazzo

video L'appoggio dei 5 stelle all'elezione a presidente del Senato della berlusconiana Maria Elisabetta Alberti Casellati scuote il movimento, da sempre nemico di Silvio Berlusconi. L'ex sottosegretaria Casellati è nota per aver difeso le leggi ad-personam e ha definito "colpo di stato" la sentenza definitiva del Tribunale di Milano sul processo Mediaset. Al termine dell'elezione gli eletti 5S fuggono alle domande sul cambio di posizione. Il leader Luigi Di Maio non rilascia dichiarazioni. I pochi che rispondono, giustificano la decisione come doverosa per i voti presi dal centrodestra e anche come un voto per dare a Fico la Camera. Alessandro Di Battista parla addirittura di ennesimo "schiaffo al sistema renzusconi". di Martina Martelloni e Marco Billeci

Casellati presidente Senato, Milella: "In una foto del 2013 tutta la sua storia professionale"

video C'è un'immagine-simbolo del 2013 di Elisabetta Casellati, pasdaran di Silvio Berlusconi, che riassume la sua storia professionale. In questa foto la neoletta presidente del Senato manifesta con lo stato maggiore di Forza Italia sotto il palazzo di giustizia di Milano per protestare contro un'udienza del processo Ruby convinta dell'assoluta innocenza del leader di Fi.Il commento di Liana Milella

Presidenza Camere, Cappellini: "Ora Di Maio e Salvini proveranno a fare un governo"

video "Si è chiusa la partita dell'elezione dei presidenti di Camera e Senato con la netta vittoria di Di Maio e Salvini e la sconfitta di Silvio Berlusconi, ratificata stamattina nel vertice del centrodestra, dove Forza Italia ha ottenuto formalmente la presidenza del Senato - con l'elezione di Maria Elisabetta Alberti Casellati - ma al tempo stesso ha incassato una sconfitta storica, che fa il bis con quella ottenuta alle elezioni con il sorpasso da parte di Salvini. Ora si apre la partita del governo e della sfida finale tra Di Maio e Salvini"Il commento di Stefano Cappellini

Casellati presidente del Senato, quando difendeva Berlusconi condannato: "Un golpe"

video "Eliminare per via giudiziaria un leader che tutti gli italiani ritengono innocente rispetto alla condanna è un'ingiustizia e un colpo di stato. Troveremo il modo per farlo capire agli italiani". Così Maria Elisabetta Casellati, senatrice di Forza Italia, commentava nell'aprile del 2014 la pena comminata dai giudici del Tribunale di Milano a Silvio Berlusconi dopo la sentenza definitiva nel processo Mediaset.Coffee Break / La7

Casellati presidente del Senato, quando Marco Travaglio le rispose: "Lei dice puttanate"

video Nove settembre 2013, al centro del dibattito politico c'è la retroattività della legge Severino e quindi la potenziale decadenza parlamentare di Silvio Berlusconi sulla quale è chiamata ad esprimersi la Giunta per le elezioni e le immunità del Senato. Marco Travaglio, ospite nella trasmissione "Otto e mezzo" condotta da Lilli Gruber, minaccia di lasciare lo studio e attacca Maria Elisabetta Alberti Casellati, allora senatrice del Popolo della Libertàvideo Otto e mezzo / La7

Camere, Romani (Fi): "A incontro capigruppo non si é parlato del mio nome"

video Al termine della riunione dei capigruppo delle forze politiche per discutere dell'elezione dei presidenti delle Camere - conclusa con un nulla di fatto - l'esponente di Forza Italia Paolo Romani liquida con poche parole le voci circa un'insistenza sul suo nome da parte di Silvio Berlusconi per la presidenza del Senato. Ignazio La Russa - parlamentare di Fratelli d'Italia alleato e terza gamba nella coalizione di centrodestra - spiega: "Di nomi si discuterà solo se ci sarà un incontro tra i capi dei partiti" video di Marco Billeci