Quirinale, il giuramento della neoministra per la Famiglia Alessandra Locatelli

video Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato su proposta del presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, il decreto di nomina a ministra per la Famiglia di Alessandra Locatelli. Subito dopo la neoministra ha prestato giuramento al Quirinale alla presenza, in qualità di testimoni, del Segretario generale della Presidenza della Repubblica, Ugo Zampetti e del Consigliere militare del presidente della Repubblica, Roberto Corsini. Presente anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti. Video: Quirinale

Universiade a Napoli, lunghe code a ingressi San Paolo

video Code chilometriche fuori ai cancelli d'ingresso dei distinti dello stadio San Paolo di Napoli dove a breve prenderà il via la cerimonia di inaugurazione dell'Universiade. Centinaia le persone in attesa di accedere agli spalti. In un quartiere blindato, quello di Fuorigrotta, sono attesi per l'evento il presidente della repubblica Sergio Mattarella, il presidente della Camera Roberto Fico e rappresentanti da tutto il mondo.Video: Agenzia Dire

Universiade di Napoli al via: i tuffi aprono i giochi alla Mostra d'Oltremare

video Con le qualificazioni delle gare del trampolino da un metro nella piscina della Mostra d'Oltremare di Napoli (che torna teatro dei tuffi 40 anni dopo i voli di Klaus Dibiasi e Giorgio Cagnotto), è cominciata, alle 10 in punto, la 30/a edizione delle Universiadi di Napoli 2019. Il primo atleta in gara è stato il cinese Liu Chengming. In attesa della cerimonia d'apertura in programma domani sera al San Paolo, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, oggi prima giornata di gare.Video: Universiade Napoli

Csm, il mea culpa dei consiglieri: "Il carrierismo ha colpito i migliori tra noi"

video "La missione più nobile di un essere umano è cercare di rendere giustizia. Ma negli ultimi anni questo anelito è stato sostituito dal carrierismo e da una caccia alle 'medagliette'". Così il magistrato Piercamillo Davigo è intervenuto nel corso del plenum del Csm. Presente anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Opinione condivisa da altri consiglieri. "La riforma dell’ordinamento giudiziario del 2006 ha prodotto un’ansia di arrivare che ha colpito anche i migliori tra noi", ha aggiunto Giuseppe Cascini. "Le tristi vicende di questi giorni", ha concluso Alessio Lanzi, "hanno anche fatto emergere il malcostume. Ora si può cercare la cura necessaria ed estirparlo".Video di Francesco Giovannetti

Festa della Repubblica, dagli applausi per i vigili del fuoco fino ai bersaglieri: la sfilata in due minuti

video Con l'arrivo del presidente Sergio Mattarella scortato dai corazzieri a cavallo prende il via la parata per la 73esima festa della Repubblica italiana. Davanti al capo dello Stato, al premier Giuseppe Conte, ai presidenti di Senato e Camera Elisabetta Casellati e Roberto Fico, al ministro della Difesa Elisabetta Trenta, al ministro dell'Interno Matteo Salvini e altri rappresentati di Governi e istituzioni, hanno sfilato 3.975 persone in rappresentanza di tutti i corpi dello Stato. L'inclusione è il tema scelto quest'anno per la parata. In testa alla parata 300 sindaci con la fascia tricolore.di Cristina Pantaleoni e Camilla Romana Bruno

25 aprile, il presidente Sergio Mattarella all'Altare della Patria depone la corona d'alloro

video Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, all'Altare della Patria per prendere parte alle celebrazioni del 25 Aprile, Festa della Liberazione dal nazifascismo. Sono presenti tra gli altri il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il segretario della pPresidenza del Senato, Francesco Giro, la vice presidente della Camera, Maria Edera Spadoni, il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, la sindaca di Roma, Virginia Raggi. Video: Twitter/Quirinale

25 aprile, Sergio Mattarella: "No a interessate riscritture della storia"

video "La vostra testimonianza è un monito permanente, un argine di verità contro le interessate riscritture della storia". Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, durante l'incontro al Quirinale con le Associazioni di ex combattenti, alla vigilia del 25 aprile, Festa della Liberazione."È al futuro d'Italia che dobbiamo guardare" e far sì che "i giovani sappiano far propri i valori costituzionali che ci hanno permesso di raggiungere traguardi sociali inimmaginabili. Conoscere la tragedia, il cui ricordo è ancora vivo, ci aiuta a comprendere le tante sofferenze che si consumano alle porte dell'Europa che coinvolgono popoli a noi vicini" ha aggiunto Mattarella. di Livia Crisafi