Nello studio di Nicolai Lilin: "Ora vi educo con i tatuaggi siberiani"

video A dieci anni dal libro cult "Educazione siberiana" - diventato poi un film diretto da Gabriele Salvatores - Nicolai Lilin rivela la sua vera professione, quella di tatuatore. A settembre aprirà a due passi dal Duomo di Milano il suo "marchificio", come lo definivano i vecchi della tribù urca raccontata nel primo romanzo. Altri sette titoli sono usciti da allora, fino all'ultimo, recentissimo, "Fiabe siberiane", illustrate proprio con i disegni preparatori ai tatuaggi. Siamo andati nello studio dello scrittore-tatuatore a farci spiegare l'alfabeto segreto dei suoi racconti sulla pelle e le ragioni di una passione nata a soli otto anni, imparata a suon di bottedi Giulia Santeriniriprese Antonio Nasso e Maurizio Stanzionemontaggio Leonardo Sorregotti

Senza Titolo

L’educazione siberiana approda alle passioni nnDa domani a domenica al teatro delle Passioni di Modena va in scena “Educazione Siberiana” di Nicolai Lilin e Giuseppe Miale di Mauro tratto dall'omonimo romanzo che ha segnato l'esordio letterario dello stesso Lilin, reso poi celebre dalla ri

Senza Titolo

Tutti al femminile i due prestigiosi premi letterari che sono stati assegnati ieri sull’Appennino modenese: sia il Premio Frignano, cerimonia a Pievepelago, che lo Zocca Giovani sono infatti andati a due autrici: Laura Pugno col libro “La caccia” (Ed. Ponte alla Grazie) si è aggiudicata il

Senza Titolo

ZOCCA Ci sarà anche Giuliano Sangiorgi, voce dei Negramaro alla sua prima esperienza come scrittore, oggi a Zocca per incontrare il pubblico durante la presentazione dei cinque autori finalisti del premio di narrativa “Zocca giovani”. L’incontro, in programma alle 18 in via Tesi, vedrà sul