Perrone parla dietro il paravento

article Al processo al clan dei casalesi, per capitolo sull’estorsione al Centro benessere di via Respighi: ieri è stata la volta della deposizione di Alfonso Perrone detto ’O Pazzo, quello che era ritenuto dagli investigatori e dalla Dda come il luogotenente modenese dei clan di Casale dei Principi. Og...

«Casalesi, questa volta Modena non c’è»

article «L’inchiesta della Dda di Napoli che ha portato a una retata di arresti per il clan dei casalesi, compresi Nicola e Carmine Schiavone, i figlio di “Sandokan”, non ha avuto propaggini a Modena. È la prima volta che succede e questo è un segnale che qualcosa di importante è stato fatto in questi an...

Camorra, riciclaggio con le palazzine

di Stefano Totaro Un sequestro da 10 milioni d’euro in beni immobili e mobili che parla anche modenese. Una inchiesta durata due anni grazie alla quale è stato inferto un’altro duro colpo al clan dei Casalesi, tagliando le ramificazioni, quelle pericolose infiltrazioni e stroncando il sist

Senza Titolo

la replica Giornali e deregulation serve una moratoria nIl Sinagi di Modena, sindacato edicolanti della Cgil che rappresenta l’80% delle edicole modenesi (circa 300 su 330), esprime amarezza per le considerazioni di Coop Estense nel comunicato del 30 maggio scorso. Innanzitutto, le criti

Sequestrata la società del re delle slot

article di Giovanni Tizian Un sequestro da 40 milioni di euro. Ad Antonio Padovani, il “Re mida” siciliano del settore del gioco d’azzardo legale, i finanzieri del Gico di Caltanissetta hanno inferto un duro colpo nell’operazione denominata “Repetita iuvant” sequestrando 15 società attive nel settore...