Senza Titolo

il retroscenaTommaso FregattiMarco GrassoL'incubo peggiore, la grande paralisi, viene scongiurato in 12 ore: poco dopo le 10 Autostrade riapre una corsia della A26, allentando l'isolamento emergenziale sulla Liguria. Dopo la chiusura improvvisa imposta dalla Procura di Genova, pronta a sequestrare i

«Un insieme di parassiti sociali»

article «Dovevano essere apartitiche le “sardine”. Invece sono l’insieme dei mantenuti, dei ragazzotti dei centri sociali, dei parassiti sociali, degli amministratori che non hanno mai fatto un giorno un lavoro vero». Così Valentina Mazzacurati, coordinatrice regionale di Cambiamo, il movimento fondato d...

Ex Ilva, a Genova tre interinali a casa, confermato lo stato di agitazione in fabbrica

video Niente rinnovo del contratto per tre giovani impiegati dell'ufficio acquisti e logistica dello stabilimento arcelormittal di cornigliano. Sono Lisa Salis, Silvia Peroni e Claudio Scalise i primi genovesi costretti a pagare lo scotto della decisione della multinazionale di recedere dal contratto di affitto e acquisto degli stabilimenti ex Ilva. E, stamattina, si sono presentati assieme ai delegati sindacali all'incontro con il governatore Giovanni Toti, per preparare il tavolo di giovedì mattina a Roma tra enti locali e ministro Stefano Patuanelli. "E' un altro segno della smobilitazione in atto- commenta il delegato rsu Armando Palombo- e la colpa è tutta di un governo di apprendisti stregoni che ha messo mittal nelle condizioni di andarsene". Le due giovani erano entrate a cornigliano da un paio di mesi, attraverso un'agenzia interinale, ed erano praticamente certe del rinnovo del contratto che scade domani. Il terzo lavoratore era stato assunto ad aprile e si era già visto rinnovare una volta il contratto fino al prossimo 20 dicembre. Intanto, resta confermato lo stato di agitazione dei lavoratori (videoservizio di Fabizio Cerignale)

Genova, dalla Diga di Begato a Quarto Alta

video Casa genova. Trasferite prime famiglie per abbattere diga begato toti: "basta ghetti, edilizia popolare integrata con territorio"Con la consegna dei primi due appartamenti di arte Liguria sulle alture di Quarto, è iniziato ufficialmente il percorso che porterà al trasferimento delle 404 famiglie che abitano nella "Diga" di Begato, i casermoni di edilizia popolare che il comune di Genova ha deciso di abbattere la prossima primavera. "E' una giornata simbolo dell'inizio dell'applicazione di un piano storico non solo per la città di Genova ma per l'intero paese perchè si inverte quella tendenza che per troppi decenni ha visto costruire quartieri ghetto per l'edilizia popolare che deve, invece, essere integrata nel territorio", commenta il presidente della regione Liguria, Giovanni Toti, che ha consegnato i primi due mazzi di chiavi delle nuove case. Videoservizio di Fabrizio Cerignale

Genova, in cantiere i primi pezzi del nuovo ponte sulla Valpolcevera

video La pre-costruzione, oggi al 50 per cento, verrà completata entro ottobre. Già la prossima settimana, però, si inizierà a lavorare sui pezzi della prima campata, che verrà gradualmente assemblata e saldata a terra per poi venire sollevata e messa in piedi. Il direttore operativo di Fincantieri Infrastructure, Siro Dal Zotto, aggiorna i tempi della ricostruzione del nuovo ponte sulla Valpolcevera. Un viadotto progettato "appositamente per ridurre al minimo i tempi di lavorazione", ha spiegato, a margine della visita nello stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente del vicepremier Matteo Salvini, insieme al sindaco di Genova e commissario Marco Bucci e al governatore ligure Giovanni Toti. "Opere di questa complessità impiegano cinque anni di lavori, noi stiamo provando a fare tutto in un anno e mezzo".Video di Giulia Destefanis, Matteo Macor, Massimiliano Salvo

Primarie Forza Italia, Carfagna: "Se mi candido? Assolutamente sì"

video Le primarie di Forza Italia hanno già tre candidati: dopo il presidente della Liguria Giovanni Toti e la capogruppo alla Camera Mariastella Gelmini, scende in campo anche Mara Carfagna. L'annuncio in diretta a Circo Massimo, su Radio Capital: "Se mi candido? Assolutamente sì", dice la vicepresidente della Camera, "Ma il leader resta Silvio Berlusconi: ha indicato un percorso importante, congressuale, un bagno di democrazia, e lo gestiremo con lui". Sulle modalità, Carfagna specifica che "verranno definite dal board, decideremo insieme se ci saranno primarie o congresso". Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto