Pazienza, la moglie Marina Comandini: "Voleva diventare regista: quella sceneggiatura su un castello, appena cominciata"

video "La passione per la natura e la storia, il sogno di fare cinema, i poeti russi: così Andrea viveva qui in Toscana". Il 16 giugno 1988 Andrea Pazienza moriva a 32 anni a Montepulciano. A trent'anni dalla scomparsa dell'artista, la moglie Marina Comandini ci mostra tavole e disegni originali e ci racconta, nella sua casa nella campagna toscana, la vita quotidiana, i progetti e i lavori che non è riuscito a realizzare o portare a termine. “Non riconosceva più il suo pubblico, pensava che il fumetto non avesse più molto da offrirgli. Voleva fare il regista: aveva iniziato a scrivere una sceneggiatura su un castello e una figlia di un re, e ne sarebbero seguite delle altre. Ma aveva anche preso la direzione del romanzo storico, lavorava a fumetti come ‘Astarte’, nato dalla lettura di una biografia di Annibale". Pazienza aveva lasciato Bologna ("Lì per lui era impossibile continuare a vivere in maniera degna") per la vita di campagna nel 1984. Nel 1985 l’incontro con Marina Comandini, l’anno successivo il matrimonio. Un sodalizio anche artistico: spesso Marina – pittrice e illustratrice - colorava le tavole realizzate da Andrea. "'Pompeo' per lui ha rappresentato una catarsi. Per lui fu difficile completarlo qui in Toscana, tornare a calarsi in quella realtà bolognese che aveva abbandonato. Ha lavorato alle ultime pagine ascoltando una serie di dischi di Carmelo Bene che recitava i poeti russi, citati infatti nel libro".Di Francesco FasioloRiprese Francis D’ Costa e Maurizio StanzioneMontaggio Francis D' CostaAd Andrea Pazienza "Repubblica" dedica quattro nuovi volumi con inediti e rarità

Morto Memè Perlini: l'attore nel film "Voltati Eugenio" di Comencini (1980)

video E' morto a Roma Memé Perlini, 69 anni, attore e regista tra i protagonisti del teatro di avanguardia italiana negli anni 70 e 80. Ne ha dato notizia l'amico Ulisse Benedetti, già direttore del teatro Beat72, dove Perlini, ha recitato anche con Carmelo Bene. Amico e allievo di Lindasy Kemp, ha lavorato come autore, attore e regista anche per il cinema. Tra le sue apparizioni sul grande schermo ci sono "Giù la testa" (1971) di Sergio Leone, "Notte italiana" (1987) film d'esordio di Carlo Mazzacurati, "La famiglia" (1987) di Ettore Scola. Nel 1980 è con Francesco Bonelli e Dalila Di Lazzaro in "Voltati Eugenio" di Luigi Comencini (David di Donatello per le musiche di Francesco Carpi) di cui proponiamo il trailer

Gli anni 70 e 80 raccontati con la fotografia

MODENA. Una raccolta di oltre ottanta fotografie originali che hanno come oggetto la moda, l’arte e la cultura degli anni '70 e ’80 sono al centro della Mostra “Fotografie”, allestita al palazzo Cremonini (via Farini 4) fino al 6 aprile. Ad accompagnare l'esposizione l'omonimo catalogo c

Senza Titolo

morante secondo martone in scena allo storchi nnDa giovedì a sabato, alle 21, e domenica, alle 15.30, al teatro Storchi di Modena, va in scena lo spettacolo “La serata a Colono” di Elsa Morante per la regia di Mario Martone e con Carlo Cecchi, Antonia Truppo, Angelina Ippolito. Cecchi e

Senza Titolo

centro studi muratori modenesi da ricordare nnResta aperta fino al 25 novembre la mostra “Modenesi da ricordare” al Centro Studi Muratori in via Castel Maraldo 19/C, a Modena. È stata prorogata per l'alto gradimento del pubblico. Le oltre cento opere di settanta artisti offrono un ampio

Senza Titolo

Si inaugura la stagione del Teatro Delle Passioni con l’anteprima assoluta dello “Studio sul Simposio di Platone”, forse uno dei testi più conosciuti del grande filosofo greco, in scena dal 9 al 18 ottobre alle 21.00, con la pomeridiana alle 17.00 di domenica 14. La regia è affidata ad A