Senza Titolo

LAMA MOCOGNO. Sono stati posizionati già diversi defibrillatori in Appennino, in punti strategici per la cardioprotezione. Ma l'iniziativa messa in campo a Lama Mocogno non ha precedenti: l'associazione di pubblica assistenza locale, l'Avpa, si è fatta carico da sola delle spese per un progetto di copertura di tutto il territorio comunale, dal capoluogo alle frazioni. E poche settimane hanno condotto a risultati importanti: cinque apparecchi sono già stati istallati a Lama alta (in piazza della Pace), Lama bassa (sotto il portico del municipio), Montecenere (vicino alla fontana), Barigazzo (nei pressi della Sorgente) e alle Piane di Mocogno (in piazza Alighieri di fianco al negozio di Boilini). Risultano tutti mappati sul circuito della Regione. Altri tre sono già stati ordinati, per essere collocati a Vaglio, Mocogno e Borra, portando il totale a otto. Al più presto ne seguiranno altri (con i connessi corsi formativi all'uso) per condurre a compimento un piano che ne prevederebbe in tutto 10-11, così da averne almeno uno in tutti i centri. Al costo di 1.700 euro uno, l'Avpa per ora ha già investito 8.500 euro nell'azione, e con l'arrivo degli altri apparecchi ordinati la spesa supererà abbondantemente quota 13mila: sforzo non da poco per un'associazione di volontariato, che si è fatta carico anche dei lavori di istallazione. Il Comune ha supportato negli allacciamenti alla rete elettrica delle due postazioni di Lama e in quella di Montecenere, mentre a Barigazzo ha coperto l'attivazione La Sorgente e alle Piane lo stesso Boilini. «È un'iniziativa nata dal Consiglio direttivo - spiega Lanfranco Bonacci, presidente dell'Avpa - per aumentare la sicurezza dei cittadini riversando sul territorio le risorse che da esso ci provengono nel dispiego della nostra attività, dai trasporti sociali agli altri servizi. Noi ce la mettiamo tutta per garantire la massima assistenza alla popolazione, però siamo in pochi: abbiamo bisogno di nuovi volontari di fronte alle necessità crescenti».L'Avpa svolge un servizio di emergenza-urgenza (in collaborazione col 118) in pronta partenza dal lunedì al giovedì dalle 22 alle 6, e poi dal venerdì alle 22 al lunedì alle 6 in disponibilità h24. Più tutti i servizi sociali. --D.M.