Truffa dello specchietto Inseguito dai carabinieri

PAVULLO. Un inseguimento da Pavullo fino a Lama, è quello che hanno organizzato i carabinieri del Nucleo Radiomobile dopo che un testimone aveva segnalato la truffa dello specchietto. E nella rete dell'Arma è finito un 35enne originario di Noto già conosciuto per reati analoghi. È stato denunciato per tentata truffa, resistenza a pubblico ufficiale e la vettura gli è stata sequestrata. Dovrà anche pagare alcune multe per infrazioni al codice della strada.Tutto è iniziato verso le 10.30, sulla via Giardini quando un testimone ha notato la Polo del 35enne siciliano che, dopo aver atteso il passaggio di una Fiat Panda rossa, ha fatto cadere lo specchietto, avviando l'inseguimento dell'altra vettura per chiedere il rimborso dell'incidente simulato. Il testimone ha avuto la prontezza di annotare la targa della Polo e avvertire i carabinieri che si sono subito messi alla ricerca del truffatore. Seguendo le telecamere di sorveglianza comunale è stato possibile intercettarlo e inseguirlo, per fermarlo alle porte di Lama Mocogno. --