Teatro e natura s'incontrano nella magia delle Tre Croci

CASTELVETRODa un lato i colli modenesi con i loro colori estivi, dall'altro, in cima alla collina, l'antico borgo di Denzano. Davanti il sentiero che conduce a Monte Tre Croci. È questo il panorama che ha accompagnato i partecipanti a "Monte Tre Croci on stage", un giorno diverso fatto delle bellezze del nostro territorio, di un tramonto spettacolare alle spalle delle tre imponenti croci e, soprattutto, della bravura della compagnia Teatro dell'Auriga che ha accompagnato il pubblico in questo "viaggio". Due Comuni a capo dell'evento, Castelvetro e Marano Sul Panaro e due menti che hanno concepito questo particolare appuntamento: Giorgia Mezzacqui, assessore di Castelvetro e Giovanni Galli, vicesindaco di Marano. «Siamo molto contenti che le persone abbiano risposto così positivamente alla nostra iniziativa - commentano Mezzacqui e Galli - questo è un posto magico reso ancora più suggestivo dallo spettacolo teatrale». Uno spettacolo unico che si potrà rivivere, ma questa volta all'alba, domenica 22 luglio alle 5.30 con il concerto sulla collina delle "Tre Croci" con "Racconti di Cornamuse" insieme a Fabio Rinaudo, musette, cornamuse bechonett, Irish Uilleann Pipes e alla chitarra di Claudio De Angeli. Al termine del concerto, poi, si terrà la colazione a base di gnocco fritto e marmellata presso l'associazione culturale e gastronomica "Alla locanda di Denzano". --SERENA FREGNI