La tangenziale resta senza soldi

di Daniele MontanariwPAVULLONon ci sono i soldi per completare l'allargamento della Pratolino Malandrone: la "tangenzialina" di Pavullo rischia di rimanere una grande incompiuta. È emerso nel corso del Consiglio di venerdì, con l'interrogazione presentata dal gruppo Pd della Torre (Stefano Iseppi, Stefania Cargioli e Aroldo Corsini) per chiedere conto dello stato di avanzamento dei progetti sulla viabilità. Se sul Carrai è stato confermato che i lavori partiranno quest'anno, per l'arteria di aggiramento al centro urbano è stato detto che al momento non ci sono grandi prospettive: finiti i lavori di questo tormentato lotto (prima ditta assegnataria finita in liquidazione, e subentro di un'altra) gli ultimi due rimarranno sulla carta. «Attualmente mancano le risorse per portarli avanti» ha comunicato il sindaco Luciano Biolchini, facendo però una specificazione. Il 10 novembre è stata spedita una lettera alla Provincia con richieste specifiche d'intervento sulle principali arterie del territorio. Per favorire il completamento del restyling della Pratolino-Malandrone, il Comune ha proposto alla Provincia di prendere in carico la strada "scambiandola" con il tratto pavullese della sp 33 (la provinciale per Polinago) fino all'incrocio con la statale 12 (nei pressi del pub Goblin).«C'è già stato un primo incontro in Provincia - ha spiegato Biolchini - ne faremo altri e non appena ci saranno novità le comunicherò convocando anche le associazioni di categoria per rendere tutti partecipi». «Non basta dire facciamo un incontro - ha ribattuto Iseppi - Il problema è che non avete una strategia sulla viabilità, se non portare avanti le opere che erano già finanziate. Ma bisogna anche completarle cercando le risorse, e questa è una cosa un pochino più complicata. E guardare oltre: vorremmo sapere anche quali sono i vostri obiettivi rispetto al collegamento della Pratolino con la zona ceramiche, per creare la vera tangenziale. Vedendo anche cosa avete risposto ai 5 Stelle sull'Estense, è evidente che su un tema strategico come quello della viabilità - ha concluso - questa amministrazione è in paralisi totale». Il riferimento era alla discussione precedente sull'interrogazione presentata dai 5 Stelle Davide Venturelli e Fabio Catani sulla statale 12, che volevano sapere in che condizioni è il cruciale viadotto sul Rio Torto e se ci sono progetti di ampliamento della carreggiata per far fronte ai nuovi flussi di traffico legati al potenziamento del polo industriale di Sant'Antonio.«Sul ponte non abbiamo nessuna competenza diretta perché è in territorio di Serra - ha detto qui Biolchini - ma abbiamo scritto ad Anas nell'ambito delle nostre richieste complessive sulla viabilità: appena avremo risposte, le comunicheremo». «Sono allibito - ha commentato Venturelli - anche se è sotto Serra il viadotto è lo stesso fondamentale per Pavullo. Non basta fare richieste agli altri organi, un Comune deve anche proporre: non si capisce se c'è o meno la vostra volontà politica di battervi per l'ampliamento».